Candidati civici della provincia uniti per il territorio

Il movimento Traguardi ha raccolto sotto lo stesso cappello i candidati civici della Provincia di Verona con valori in comune. Obiettivo, costruire una rete a livello provinciale dove possano nascere idee concrete per una politica che torni a dialogare con i territori

Una nuova classe dirigente che sappia risvegliare nei giovani l’interesse per la politica e fare rete, al di là delle differenze politiche. Il movimento Traguardi parte da queste priorità per costruire la politica del domani, anche in vista delle elezioni europee e di quelle comunali; una politica che sappia mettere in relazione i giovani candidati civici della Provincia di Verona che possono sentirsi accomunati dagli stessi valori.

Questo per dare vita ad una classe dirigente che parta dal basso e che sappia guardare alle reali necessità dei territori, mettendo in secondo piano le differenze politiche.

Questa mattina la presentazione dei candidati civici. Presenti diversi candidati della zona della Valpolicella, tra cui Luca Mignolli, Lorenzo Calabria e Anna Fedeli di Insieme per Negrar; poi Elisa Ferrarini, attualmente assessore nel Comune di Fumane; Giovanni Fedrigoli di Sant’Ambrogio Riparte; Lorenzo Salvadori di Pescantina Democratica; Marco Previato di Non è politica è San Pietro e Licia Bernini della lista civica Oggi è domani, entrambi di San Pietro in Cariano.

L’appello è rivolto a tutti i giovani della provincia che si sentono accomunati da questi valori.

«Sono capolista di Legnago Futura – ha dichiarato Diego Porfido – una lista che ha l’ambizione di replicare quanto Traguardi ha fatto a Verona: una rete di giovani capaci di relazionarsi con il territorio mettendoci la faccia, e per la prima volta Legnago avrà una lista che si candida alle elezioni con un’età media di 34 anni». Il cambio di passo che la rete si propone di operare non è solo generazionale e anagrafico: «Questa rete vogliamo che sia un incubatore di idee e proposte condivise perché temi come l’ambiente, l’economia circolare, il territorio hanno una scala che sopravanza l’orizzonte del confine comunale – ha commentato Luca Mignolli assieme a Lorenzo Calabria e Anna Fedeli candidati a Negrar. «Ambiente ma anche sostenibilità – ha spiegato Elisa Ferrarini, candidata a Fumane – per assicurare lavoro, sviluppo e futuro non solo al comparto vitivinicolo ma anche al nostro patrimonio naturalistico». A S. Pietro In Cariano Licia Bernini e Marco Previato, di due liste diverse ma concentrati entrambi sullo sviluppo del territorio e la connessione con Verona. «Credo nella rete che propone Traguardi perché indispensabile per ragionare su tanti temi che riguardano Verona nel suo complesso» ha detto Previato. «L’idea – secondo Licia Bernini – è di un’amministrazione inclusiva a sostegno di tutte le associazioni presenti sul territorio, in modo da creare sinergie».

«È la mia prima volta come candidato – ha detto Giovanni Fedrigoli candidato a S. Ambrogio – e credo sia importante creare collegamenti tra i vari comuni al fine di elaborare una strategia di sviluppo condivisa». C’è anche un giovanissimo Lorenzo Salvadori, 21 anni: «Mi candido per i giovani che devono tornare ad essere protagonisti a Pescantina come in tutto il territorio e per farlo dobbiamo agire insieme».