Cadute con l’auto nel fiume: arriva la multa

Passato, per così dire, il momento di panico vissuto lunedì dalla signora Giorgia Maron e dalla figlia Irene Bano, le quali hanno rischiato di annegare dopo essere finite con l’auto nel fiume Bussè, ora arriva anche la multa. Stando al codice della strada, infatti, la signora non avrebbe adottato le precauzioni atte ad evitare incidenti durante la sosta.

Dopo il brutto incidente che lunedì mattina ha fatto rischiare la vita a mamma e figlia, finite con l’auto nel fiume Bussè, arriva anche la beffa. O almeno così sembra averla percepita Giorgia Maron che, dopo essere scampata insieme alla figlia Irene Bano dal grave pericolo, ha ricevuto una multa di 41 euro per non aver rispettato l’articolo 158 del codice della strada, in base al quale, durante le soste e le fermate il conducente deve adottare tutte le precauzioni atte ad evitare incidenti.

Una sanzione che per la 42enne di Vangadizza è ingiusta, soprattutto alla luce del fatto che in quel tratto di strada che costeggia il fiume, da Casette fino a via Mazzanta, non ha guardrail o protezioni di altro genere. Ora sarà da determinare se l’incidente sia stato, in effetti, frutto della disattenzione della signora che non ha tirato il freno a mano, o se sia dipeso da un guasto dell’auto, che ha solo cinque mesi di vita. Nonostante questo però domani la signora Maron incontrerà il sindaco di Legnago e un dirigente del comune per parlare dell’incidente, ma anche per far presente la situazione di pericolo per ciclisti e automobilisti che percorrono quella strada tutti i giorni.