Cade in bici per colpa di un’auto, si cercano testimoni

Un ragazzo di 26 anni è finito all'ospedale in seguito a una caduta in bicicletta avvenuta domenica sera in via Turbina, in zona Chievo, e provocata da un'auto. La polizia locale ste cercando di indentificare chi era alla guida del veicolo.

polizia-locale controlli della velocità verona
Foto d'archivio.

Potrebbe essere stata un’auto a far cadere, domenica sera in via Turbina, il ciclista di 26 anni finito in ospedale. E aiutato da un passante che vedendolo a terra si è fermato e ha chiamato l’ambulanza. Gli agenti invitano eventuali testimoni a farsi avanti, ogni informazione potrebbe essere utile a ricostruire la dinamica del sinistro.

Dalle prime indagini, l’auto coinvolta potrebbe essere una Land Rover Defender color crema oppure una Citroen Picasso bianca. A bordo, probabilmente, una signora anziana che si sarebbe fermata qualche istante ma, dopo aver scambiato poche parole con il ferito, si sarebbe allontanata, forse ritenendosi non coinvolta nel sinistro.

Dalle ricerche effettuate nei giorni successivi sembra che, alle ore 19 circa, il ciclista stesse percorrendo via Aeroporto Berardi in direzione centro quando un’auto si è immessa da via Bionde non rispettando la precedenza.

La Polizia locale ritiene necessario approfondire la posizione dell’automobilista e pertanto invita chiunque avesse informazioni a contattare il Nucleo Infortunistica Stradale all’indirizzo mail infortunistica@comune.verona.it oppure la Centrale Operativa al numero 0458078411.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM