Bussolengo: arrestati quattro nomadi per furto

Sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato tre nomadi, di cui due donne e un uomo, che nel pomeriggio di ieri hanno tentato di sottrarre merce per 500 euro dal centro commerciale Auchan Porte all’Adige. I tre sono stati fermati dai carabinieri di Bussolengo grazie alla segnalazione della vigilanza interna del negozio che aveva visto, dalle telecamere, una bambina intenta a inserire la refurtiva nelle borse degli adulti. La minore è stata quindi riportata dalla famiglia al campo nomadi di via Forte Azzano, mentre per i tre individui è stato disposto stamane l’obbligo di firma. Un altro nomade è finito, invece, nella maglia dei controlli dei carabinieri di Peschiera del Garda la settimana scorsa e arrestato in flagranza di reato mentre tentava di rubare un’auto.

Insieme agli adulti a rubare in un centro commerciale.  Un pessimo esempio che, però, una bambina di 10 anni non ha tardato a fare suo. È successo ieri pomeriggio all’Auchan Porte all’Adige dove i carabinieri di Bussolengo hanno arrestato tre nomadi tra cui due donne e un uomo per furto aggravato.

I tre insieme alla bambina, infatti, erano entrati nel centro commerciale e avevano raccolto un bottino, di soli capi d’abbigliamento, per un totale di 500 euro.  La sorpresa è  arrivata all’uscita del negozio, dove i nomadi sono stati prontamente bloccati dalle forze dell’ordine che erano state chiamate dalla vigilanza grazie ai video della sicurezza che mostravano la bambina mentre riempiva le borse degli adulti con la refurtiva.

La ragazzina è stata quindi riportata a casa dai parenti, nel campo nomadi di via Forte Azzano, mentre i tre adulti sono stati arrestati e stamane il giudice, dopo la convalida, ha disposto l’obbligo di firma presso la stazione dei carabinieri.

La settimana scorsa, invece, a Peschiera del Garda, è stato arrestato un altro nomade proveniente da Verona. L’uomo aveva tentato insieme a una donna  di rubare l’auto di alcuni turisti ed era stato arrestato in flagranza di reato. La complice, invece, è stata denunciata a piede libero.