Bus turistici, cambiano le tariffe per aumentare la permanenza in città

L’Amministrazione ha introdotto nuove tariffe per l’accesso alla Ztl-Bus. Tra queste, l’introduzione del ticket serale, che permetterà ai bus turistici di entrare in città dalle 18 alle 2 del giorno dopo a soli 40 euro (anziché 150 euro per tutto il giorno).

Nuove tariffe per l’accesso alla Ztl-Bus per incentivare la permanenza dei turisti a Verona e, allo stesso tempo, per favorire le attività ricettive, a cominciare dai ristoratori del centro. Tra le novità più significative, l’introduzione del ticket serale, che permetterà ai bus turistici di entrare in città dalle 18 alle 2 del giorno dopo a soli 40 euro (anziché 150 euro per tutto il giorno). Un modo per invogliare i tour operator a portare i turisti in città per il momento dell’aperitivo e della cena, a beneficio dei numerosi locali presenti in centro.

Agevolazioni specifiche vengono allargate a tutto il territorio della provincia, per un concetto di promozione turistica che viene esteso oltre i confini del Comune. Pagano infatti solo 40 euro di ingresso nella Ztl-Bus i bus turistici che trasportano comitive di residenti nella provincia di Verona, ad esempio un gruppo di persone che deve partecipare ad una festa o una cerimonia in città; 65 euro è invece la tariffa per i bus che trasportano in città gli ospiti di alberghi che si trovano in provincia.

Benefici sul costo del ticket anche per chi si reca agli spettacoli del Teatro Filarmonico e del festival lirico. Per questo tipo di turisti, infatti, la tariffa prevista per i bus che entrano in città sarebbe di 30 euro. Un correttivo importante, se si pensa che la tariffa in alta stagione sarebbe di 150 euro, prevista proprio per incentivare l’intera stagione artistica della Fondazione Arena, la cui attività ha importanti ricadute sull’indotto cittadino.

Inoltre, per incentivare pernottamenti di più giorni, è stata introdotta anche la tariffa di 40 euro per i bus che trasportano turisti ospiti delle strutture alberghiere cittadine, nei giorni diversi da quelli di arrivo e partenza.

La nuova tariffazione va incontro anche alle richieste delle associazioni di categoria, prime tra tutte Confcommercio e Confindustria, che chiedevano un adeguamento del piano tariffario a vantaggio del comparto turistico legato all’arrivo di turisti da fuori città.