Bullismo, frasi antisemite a ragazzino

L’episodio, raccontato dal “Resto del Carlino”, è avvenuto in una scuola media di Ferrara. Vittima, un ragazzino di origini ebraiche.

«Quando saremo grandi faremo riaprire Auschwitz e vi ficcheremo tutti nei forni…». Sarebbe questa la frase ‘choc’ che alcuni ragazzini di una scuola media di Ferrara avrebbero rivolto a un compagno, coetaneo, prendendolo per il collo negli spogliatoi della palestra. A riportare l’episodio è il “Resto del Carlino” con la testimonianza della rappresentante di classe, e madre di una alunna della scuola, anche lei di origine ebraica e nipote di sopravvissuti ai campi di sterminio nazisti, e della dirigente scolastica.

Gli atti di bullismo a sfondo antisemita, secondo quanto riferito dalla rappresentante di classe che ha parlato con la madre della giovane vittima, si sarebbero protratte da qualche tempo. «Prima dell’aggressione però – sottolinea – il tutto era circostanziato a offese verbali». Dell’episodio, che avviene tra l’altro nella città che ospita il Museo nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah, è stata informata la dirigente scolastica dell’istituto. (Ansa)