Bovolone sospende l’orario continuato della biblioteca

La convenzione con l'associazione Cultura Aperta non verrà rinnovata, dato che non poteva garantire la copertura di tutte le fasce orarie previste.

Il Comune di Bovolone non rinnoverà ulteriormente la convenzione con l’associazione Cultura Aperta, incaricata di gestire l’apertura prolungata della biblioteca. La decisione si è resa necessaria poiché sono state riscontrate alcune mancanze da parte dell’associazione che, malgrado il grande sforzo dei volontari, non era nelle condizioni di poter garantire il servizio come delineato dalla convenzione stessa.

Da oltre un anno infatti la biblioteca comunale offriva l’orario prolungato ma l’associazione non riusciva a coprire con la necessaria continuità tutte le fasce orarie stabilite, come la pausa pranzo. Da parte del Comune il rapporto con l’associazione è stato improntato alla massima disponibilità, tenendo sempre presente sia le esigenze dell’amministrazione che le proposte dei volontari. Tuttavia il rispetto della convenzione e i bisogni degli utenti sono la priorità, da qui la scelta di non rinnovare ulteriormente la convenzione.

Inoltre a seguito del D.P.C.M. del 24 ottobre e viste le restrizioni imposte, causate da un repentino aumento dei contagi da virus COVID-19, in via precauzionale il Comune di Bovolone ha deciso di sospendere l’orario prolungato, come già molte biblioteche hanno dovuto fare, per evitare rischi al personale e agli utenti. La biblioteca sarà dunque aperta nei normali orari di lavoro dei dipendenti, com’era prima della stipula della convenzione.