Bosco Chiesanuova: un nuovo defibrillatore all’Agribirrificio Laorno

I gestori dell'agribirrificio, in collaborazione con il comune e altre realtà, organizzeranno a breve anche un corso DAE e Primo Soccorso rivolto, in modo gratuito, a tutti gli esercenti dei locali pubblici siti in alta Lessinia.

La consegna del DAE all'Agribirrificio Laorno.
La consegna del DAE all'Agribirrificio Laorno.

I gestori del birrificio agricolo che si trova in contrada Laorno, in collaborazione con l’Amministrazione che sostiene le spese di manutenzione e aggiornamento di tutti i dispositivi posizionati nel comune, con il centro di formazione della Croce Bianca Verona e con la Fondazione Lorenzo Modena che promuove l’uso del defibrillatore in tutta la Provincia di Verona, oltre che ad essersi dotati di un dispositivo, organizzeranno a breve un corso DAE e Primo Soccorso rivolto, in modo gratuito, a tutti gli esercenti dei locali pubblici siti in alta Lessinia: «Con la consapevolezza di quanto sia importante, tanto più nei comuni di montagna, promuovere la cultura del primo soccorso per essere di aiuto in caso di necessità. Questa azione di prevenzione si configura in uno dei principi della Protezione Civile» dichiara l’Assessore con delega alla Protezione Civile, Daniele Garonzi.

Il corso sulle manovre di primo soccorso, tra cui il massaggio cardiaco, e sull’utilizzo del Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE) ha lo scopo di fornire al personale non medico le competenze per l’utilizzo di un dispositivo salvavita per intervenire in modo sicuro in caso di arresto cardiaco, come spiega l’Assessore Garonzi «Circa il 70% degli arresti cardiaci si verifica davanti ad altre persone ma solo nel 15% dei casi chi è presente è in grado di iniziare le manovre di soccorso. Sapendo che i primi 10 minuti sono considerati determinanti al fine di un soccorso efficace, ci adoperiamo per migliorare questi numeri, formando quanti più cittadini possibile all’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici».

Gli altri DAE sono installati in modo capillare in diversi punti del territorio per essere a servizio della popolazione e sono ubicati a Bosco Chiesanuova in Piazza Chiesa, al Palaghiaccio, nella piscina collegata alle Scuole medie e nella Scuola primaria, a Corbiolo presso gli impianti sportivi e il centro per rifugiati, a Lughezzano presso le ex scuole, in Località Pianura presso la Pizzeria da Fabio, a Valdiporro in adiacenza alla canonica, a San Giorgio in prossimità del Ristorante al Caminetto. Inoltre, un defibrillatore semiautomatico mobile è in dotazione alle auto della Polizia Municipale e della Protezione Civile ed è adatto anche ai bambini di età inferiore agli 8 anni.