Bosco Chiesanuova, attivato un punto tamponi nella sala riunioni

Tre i medici di base coinvolti nel servizio, 60 i kit messi a disposizione ad oggi dall’Asl. «Ringrazio i nostri medici che si sono resi subito disponibili appena hanno avuto ricevuto il kit dall’Asl e ci auguriamo che le forniture da parte della Regione Veneto proseguano nelle prossime settimane» afferma Claudio Melotti, sindaco di Bosco Chiesanuova.

Il sindaco di Bosco Chiesanuova Claudio Melotti.
Il sindaco di Bosco Chiesanuova Claudio Melotti.

È operativo a Bosco Chiesanuova un punto tamponi per effettuare il tampone rapido grazie alla collaborazione dei medici di base Massimo Martini, Alessandro Leso e Pio Granito che, assieme alla dottoressa Tiziana Foti di Cerro, hanno dato vita a “Medicina di Gruppo”, una rete per rispondere in tempi rapidi alle emergenze Covid sul territorio.

Per l’attivazione del punto tamponi il comune di Bosco Chiesanuova ha messo a disposizione la sala riunioni a fianco dell’ambulatorio, con ingresso e uscita separati, con adiacente sala di attesa ampia e aerata, così che quanti lo richiederanno possano attendere al caldo e senza assembramenti. Il servizio è già attivo e sono già stati fatti i primi tamponi.

Ogni medico ha a disposizione 20 kit per un totale di 60 tamponi. Tre volte a settimana il medico di turno si fa carico di effettuare il tampone ai propri pazienti e a quelli degli altri medici in rete. Per accedere a questo servizio la persona che ritiene di presentare sintomi Covid deve telefonare al proprio medico di base che effettua un triage telefonico; in caso di contagio sospetto su indicazione del medico di base il paziente telefona alla segreteria del punto tamponi al numero 340.2366261 e qui gli verrà comunicata la prima data utile per effettuare il tampone. In quindici minuti circa arriva l’esito dell’esame.

LEGGI ANCHE: Prenotazioni online per tamponi rapidi, ora anche a Malcesine e Marzana

«Abbiamo scelto di adibire la sala riunioni a spazio dedicato ai tamponi perché con l’avanzare della stagione invernale non è pensabile di far attendere le persone fuori e al freddo prima del controllo e poi, per una ventina di minuti, in attesa del risultato» evidenzia Claudio Melotti, sindaco di Bosco Chiesanuova. «Ringrazio i nostri medici che si sono resi subito disponibili appena hanno avuto ricevuto il kit dall’Asl e ci auguriamo che le forniture da parte della Regione Veneto proseguano nelle prossime settimane».

LEGGI LE ALTRE NEWS