Borseggi in autogrill. In manette ladro seriale

In manette per una serie di borseggi e furti perpetrati negli autogrill dell’A4, dell’A22 e della provincia bresciana un 35enne di origini rumene residente a Verona. L’uomo, arrestato nel marzo scorso, è stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

È un fenomeno delinquenziale sempre più in crescita, soprattutto in estate, quando gli autogrill sono più frequentati anche dai turisti. Il modus operandi dei borseggiatori è sempre quello: entrano in autogrill, puntano la vittima, soprattutto anziani, e adottando la tecnica del “bump” urtano il malcapitato e gli sottraggono il portafogli. Spesso, per intervenire a seguito di questi episodi in A4 o A22, vengono quindi chiamate le pattuglie di Verona sud.

E proprio ieri la Sottosezione Autostradale di Verona sud ha arrestato L.N., un 35enne di origini rumene residente a Verona. L’uomo, noto per le sue scorribande negli autogrill autostradali, è stato colpito da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i gravi indizi di colpevolezza a suo carico in ben quattro furti consumati in altrettante aree di ristoro autostradali.

Il primo borseggio risale al 27 dicembre dello scorso anno, nell’Area di Servizio Garda est lungo l’autostrada del Brennero. La vittima non si era accorta che gli era stato sfilato il portafogli dalla tasca dei pantaloni, contenente la somma di 450 € e due bancomat. Se ne è accorto solo quando ha ricevuto un alert telefonico dalla banca per alcuni prelievi effettuati con il bancomat.

Il secondo borseggio è avvenuto nello stesso giorno sempre nell’autogrill Garda est dell’autostrada del Brennero. La vittima si era fermata per prendere un caffè e in quel momento c’era un affollamento di persone nell’area di ristoro. L’uomo non si è accorto di nulla e gli è stato rubato il portafogli contenente 150 €, tre bancomat ed una carta di credito.

Risale, invece, al 2 gennaio di quest’anno il terzo borseggio, avvenuto nell’autogrill San Giacomo nord sull’autostrada A4. La vittima ha dichiarato in denuncia che, mentre usciva dall’autogrill si sentiva tastare nella tasca posteriore destra dei pantaloni e subito dopo si accorgeva che il portafogli non c’era più. Aveva però avuto modi di notare il soggetto che era accanto a lui in quel frangente e ne faceva una doviziosa descrizione. Nel portafogli c’erano sei carte di credito.

Infine, la quarta denuncia è datata 19 gennaio 2018. La vittima racconta di essere stato derubato del suo portafogli, contenenti la somma di 250 €, da due giovani che lo spingevano contro la porta del bagno dell’autogrill Montealto sud sull’autostrada A4. Il colpevole è stato arrestato nel mese di marzo dietro ordine del G.I.P. del Tribunale di Brescia per analoghi furti consumati nella provincia bresciana e solo da qualche giorno era uscito dal carcere con l’obbligo di presentazione quotidiana alla P.G.