Borgo Milano, trovati arsenale di armi e droga in un’abitazione

Durante un controllo per una lite in famiglia, la polizia ha rinvenuto in un'abitazione di Borgo Milano un arsenale di armi, detenute illegalmente, e tre piantine di marijuana. Denunciati padre e figlio.

Ieri pomeriggio, su segnalazione della Centrale Operativa, gli Agenti delle Volanti sono intervenuti in Borgo Milano per una lite in famiglia, tra madre, figlio e nipote.

Giunti sul posto, i poliziotti, dopo aver accertato che la situazione era tornata alla calma, hanno subito provveduto comunque al ritiro cautelare di due armi regolarmente denunciate in precedenza dall’uomo: un revolver e una pistola ad aria compressa con relative munizioni.

Gli accertamenti effettuati in seguito dai poliziotti hanno consentito di appurare che l’uomo, in realtà, custodiva numerose armi mai denunciate. Infatti all’interno di un armadio sono state ritrovate diverse armi bianche tra le quali: bastoni animati, una lancia, varie spade katana, una decina tra coltelli e pugnali, quattro machete, punte da lancia e una balestra con numerosi dardi.

L’uomo, classe ’63, già noto alle Forze dell’Ordine, ha giustificato la presenza delle stesse dichiarando di collezionarle per diletto.

A seguito del ritrovamento degli oggetti, opportunamente sequestrati dagli agenti, l’uomo è stato denunciato per detenzione abusiva di armi.

Inoltre, nel corso dell’intervento sono state rinvenute tre piantine di marijuana appartenenti al figlio di 19 anni, noto alle Forze dell’Ordine per reati contro il patrimonio, che è stato, pertanto, denunciato per detenzione di stupefacenti.