Borchia: «A Bruxelles in quarantena solo gli italiani»

L'europarlamentare della Lega Paolo Borchia ha denunciato l'istituzione della quarantena solo per i dipendenti italiani del Parlamento europeo nonostante altri focolai siano presenti in Germania e Francia.

«Sono confermati focolai anche in Francia e Germania, ma il Parlamento europeo continua a tenere fuori dalla porta solo i dipendenti italiani». Così l’europarlamentare della Lega Paolo Borchia commenta l’ultima circolare che conferma la quarantena per Coronavirus solo per chi proviene dalle Regioni del Nord Italia.

«Il 26 febbraio, il Ministro della Sanità tedesco ha confermato l’inizio di un’epidemia di Coronavirus in Germania non collegabile ai rami cinese o italiano, mentre anche le autorità francesi hanno ammesso l’esistenza di un focolaio autonomo avviato da un paziente zero ancora ignoto – precisa Borchia – con una lettera al Presidente Sassoli, ho chiesto come mai il Parlamento insista nell’applicare misure di contenimento esclusivamente verso chi proviene dal Nord Italia, nonostante la proliferazione dei contagi in Europa sia ormai indipendente dalla situazione italiana», conclude l’europarlamentare della Lega.