Bonus 600 euro, la consigliera Pirovano si autodenuncia

La consigliera comunale della lista "Milano Progressista" Anita Pirovano si autodenuncia con un post su Facebook per aver usufruito del Bonus Covid da 600 euro.

Anita Pirovano durante la prima seduta del nuovo consiglio comunale. Milano, 7 luglio 2017. ANSA/DANIELE MASCOLO

«Mi autodenuncio. Non vivo di politica perché non voglio e non potrei. Non potrei perché ho un mutuo, faccio la spesa, mantengo mia figlia e, addirittura, ogni tanto mi piace uscire e durante le ferie andare in vacanza».

Così Anita Pirovano, consigliera comunale di Milano per la lista “Milano progressista” si autodenuncia con un post su Facebook per aver richiesto all’Inps il bonus Covid da 600 euro al mese per le partite Iva.

“Dalle prime indagini sarebbe emerso che i cinque di Montecitorio sarebbero tre deputati della Lega, uno del Movimento 5…

Posted by Anita Pirovano on Sunday, August 9, 2020

«Pur non cedendo alle sirene antipolitiche – scrive Pirovano su Facebook – ho capito sulla mia pelle che avere un lavoro (nel mio caso più d’uno in regime di lavoro autonomo) mi consente di essere “più libera” nell’impegno politico presente e ancora più nelle scelte sul futuro, per definizione incerto».

Come tanti, prosegue, «mi indigno, perché è surreale, se un parlamentare in carica fruisce ammortizzatori sociali e penso sia paradossale che una misura di sostegno al reddito non preveda nessuna soglia di reddito». (Ansa)