Bertacco: «Ci vuole responsabilità e rispetto della vita»

Duro messaggio di condanna a chi oggi è uscito anche da parte del senatore e assessore ai servizi sociali del Comune di Verona Stefano Bertacco, che da novembre sta lottando contro il cancro.

E’ il primo video-selfie che posta sulla sua pagina Facebook, eppure il messaggio che voleva dare è arrivato a tante persone. Il senatore Stefano Bertacco, assessore ai servizi sociali del Comune di Verona, sta lottando da novembre contro un brutto male che, come sua stessa ammissione, non sa ancora se riuscirà a sconfiggere defintivamente.

Anche per questo il suo sdegno nel vedere i lungo lago del Garda oggi pieni di persone che passeggiavano, cosi come molti lungadige a Verona, assume un significato universale, condivisibile da quanti provino rabbia per un’indifferenza e un egoismo che provocano dolore e, in alcuni casi, come quelli di un potenziale contagio per assembramento, anche la morte.

«Mi fate schifo! Credete che anch’io non abbia voglia di andare a fare una camminata? Che tra l’altro potrebbe essere una delle mie ultime. Non potete essere così chiusi e ottusi da non capire che siamo in una situazione difficile, drammatica. Le persone continuano a morire negli ospedali e voi cosa fate? Alimentate la catena del contagio. Andate a camminare sul lago, in massa, come la settimana scorsa. Voi pensate che tocchi sempre agli altri? Non è così. La vita è strana può cambiare in dieci secondi e rendervi ciò che adesso è bello, molto brutto.

«Non credo di essere il più stupido a rimanere a casa. Credo di essere un normodotato che ha fatto della responsabilità una parola concreta e vera. Ora mi aspetto una risposta seria da tutti voi e la volontà di essere persone responsabili.

#IorestoacasaCI VUOLE RESPONSABILITÀ E RISPETTO DELLA VITA.

Posted by Stefano Bertacco on Sunday, March 15, 2020