Barriere architettoniche, Pd: “Il piano del comune è insufficiente”

Pd barriere architettoniche

Il piano del Comune per l’abbattimento delle barriere architettoniche, il “Peba”, è parziale e insufficiente, secondo gli esponenti del Pd, perché si riferisce solo al centro storico.

Riuniti questa mattina a Palazzo Barbieri, alcuni consiglieri comunali e di circoscrizione  hanno voluto sottolineare come, oltre a favorire il turismo accessibile, sia importante rispondere alle necessità dei residenti disabili, ma anche anziani o dei genitori con passeggini.

Gli esponenti del Partito Democratico propongono, attraverso mozioni presentate nelle circoscrizioni, di coinvolgere consiglieri e commissioni nella sensibilizzazione dei cittadini e e nella raccolta di segnalazioni per interventi migliorativi.

«È stata una scelta stanziare solo 37mila euro per la redazione del Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche» sostengono i dem. «Non diciamo che il Peba predisposto dall’assessore Segala sia sbagliato o da buttare, affermiamo piuttosto che esso è parziale, insufficiente. Di ciò l’assessore deve assumersi la responsabilità visto che ha scelto di non condividere le scelte e fare di propria iniziativa».