Badante a processo per maltrattamenti e tentata estorsione

Tentata estorsione e maltrattamenti. Queste le accuse mosse nei confronti di una badante 50enne che, tra il 2011 e il 2013, avrebbe tentato di farsi designare erede di un anziano veronese che assisteva. Il processo comincerà questo inverno.

Si era fatta intestare tutto, anche la casa, ma il suo comportamento aveva insospettito il notaio e così per una badante 50enne è scattata la denuncia. I fatti risalgono al periodo tra il 2011 e il 2013: la donna assisteva un anziano veronese classe 1925 che, stando a quanto confidato da lui stesso al notaio, era costretto a vivere chiuso in casa e non poteva vedere i parenti. Tra i reati contestati alla 50enne, inoltre, anche maltrattamenti e tentata estorsione.

Una situazione che era diventata insostenibile per l’anziano, che spesso veniva anche provocato dalla badante, la quale indossava vestiti trasparenti in sua presenza. La donna ora dovrà affrontare il processo che inizierà in inverno.