Azienda Gardesana Servizi, nuovo impianto sul collettore di Valeggio sul Mincio

Investimento di 400mila euro per AGS per la realizzazione del nuovo impianto di sollevamento fognario presente in zona Peschiera-Paradiso. L’ultimazione dei lavori è prevista entro l’autunno 2021.

Angelo Cresco

Azienda Gardesana Servizi ha avviato la realizzazione del nuovo impianto di sollevamento fognario presente in zona Peschiera-Paradiso. L’intervento ha previsto lo smantellamento, la ricostruzione e l’ampliamento del grande manufatto interrato a servizio del collettore fognario di grande diametro proveniente da Valeggio sul Mincio e che convoglia, al depuratore centralizzato di Peschiera, le acque reflue di Valeggio, Borghetto, Salionze, Camalavicina e alcuni quartieri di Castelnuovo del Garda.

«L’intervento sull’impianto di sollevamento di località Paradiso – spiega Angelo Cresco, presidente di AGS – è solo l’ultimo di una serie di lavori di manutenzione straordinaria e di riqualificazione, realizzati da AGS negli ultimi anni sugli impianti tecnologici a servizio della rete fognaria dell’area di Valeggio e Castelnuovo».

«I lavori hanno comportato anche la pulizia profonda e il risanamento delle condotte, e la ristrutturazione ed il potenziamento dei sollevamenti grazie a elettropompe di ultima generazione, il completo rifacimento degli impianti elettrici nonché la messa a norma del sistema di sfioro delle acque meteoriche presente a valle dell’abitato di Valeggio, in località Campagnola. L’insieme di queste opere ha previsto un investimento complessivo, da parte di AGS, superiore a 1 milione di euro» prosegue.

Questo intervento prevede la realizzazione di una nuova grande vasca interrata, all’interno della quale saranno installate ben cinque elettropompe di sollevamento per il rilancio a valle dei reflui in pressione. Va ricordato che la rete fognaria nel centro storico di Valeggio e nell’area residenziale meridionale del comune è principalmente di tipo misto, ovvero raccoglie le acque nere e meteoriche in un’unica condotta.

LEGGI ANCHE Cantieri Vaia, terminato l’intervento a Montorio

«Il grande manufatto interrato in calcestruzzo armato sul quale attualmente stiamo intervenendo – sottolinea Carlo Alberto Voi, direttore generale di AGS – grazie all’aumento del volume che si renderà disponibile consentirà, quindi, di incrementare la capacità di pompaggio in concomitanza con forti eventi meteorici, che generano elevate portate nella rete fognaria di tipo “misto“».

«Analogamente con quanto già realizzato per i sollevamenti di monte dello stesso collettore fognario, anche nel nuovo impianto, il più grande, abbiamo previsto l’installazione di elettropompe a tecnologia innovativa, ad elevata efficienza energetica e con intelligenza integrata in grado di limitare il consumo energetico e “gestire” gli eventi critici di funzionamento che si dovessero verificare» prosegue.

«Le pompe saranno pertanto integrate nel sistema di telecontrollo operante dalla sede di AGS in modo da garantirne sempre controllo e supervisione. L’investimento previsto per questo intervento è pari a 400mila euro e rientra nel quadro economico generale previsto di circa 1 milione di euro» conclude.

L’ultimazione dei lavori è prevista entro l’autunno 2021. I lavori sono diretti dal settore ingegneria di AGS spa. Non sono previsti disagi per i cittadini in quanto l’impianto è posizionato in aree interne non accessibili al pubblico e lontane dalle abitazioni.