In autostrada arriva un nuovo tutor

Era stato spento lo scorso 10 aprile, per la violazione da parte di Autostrade per l’Italia del brevetto depositato dall’azienda Craft di Greve in Chianti, ma da fine luglio sarà riattivato, con un nuovo sistema.

Sono circa una trentina le tratte autostradali nelle quali sarà attivato il nuovo sistema che andrà a sostituire il tutor. Ad annunciarlo è il direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni, e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla.

Una sentenza lo scorso 10 aprile aveva fatto spegnere il sistema alle Autostrade, che però subito avevano annunciato di lavorare per un nuovo sistema, in vista dell’esodo estivo.

Il nuovo sistema, come il tutor precedente, calcolerà la velocità media tra un punto di rilevamento e un altro, quindi non lo sforamento del limite in un unico punto. La tecnologia Plate Matching (SICVe – PM), sulla quale si base il nuovo tutor, annuncia di essere ancora più preciso del precedente, e più rapido nella trasmissione dei dati.