Autonomia, al via i lavori per la definizione dei “LEP”. Zaia: «Passo storico»

Oggi iniziano i lavori del Comitato che dovrà definire nei particolari i Livelli Essenziali di Prestazione, nell’ambito dell’autonomia differenziata.

Calderoli e Zaia
Foto d'archivio. Il ministro Calderoli e il Presidente del Veneto Zaia

«Prendono il via i lavori del Comitato per la Definizione dei Livelli Essenziali delle Prestazioni che, una volta definiti, costituiranno un passo storico, decisivo, verso la riforma dell’Autonomia differenziata e daranno una risposta cristallina a chi ancora oggi si ostina a parlare di sperequazioni. A tutti i membri del Comitato auguro buon lavoro: a quel tavolo passa uno dei cardini del futuro federalismo».

Lo dice il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, in occasione dell’inizio dei lavori del Comitato che dovrà definire nei particolari i Livelli Essenziali di Prestazione, che dovranno essere applicati in maniera assolutamente uguale in tutto il Paese nell’ambito dell’autonomia differenziata.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

«Finalmente – prosegue il Governatore – si è intrapreso questo percorso che non è solo federalista, ma anche di coerenza e rispetto verso le comunità. Raggiungere la definizione di tutti i Lep significa infatti dare garanzia totale di pari trattamento a ogni cittadino, del Nord, del Centro, del Sud, a fronte di alcuni che ancora parlano di disparità».

«È questo anche un percorso verso la modernità – conclude il Presidente del Veneto – di un Paese che ha bisogno di affrontare le riforme con una visione di modernità, di inclusività, e non, come dice qualcuno, con un presunto spirito di secessione dei ricchi».

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua