Autonomia, a fine aprile la riforma arriva a Montecitorio. Zaia: «Vicini alla storia»

Il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia commenta con entusiasmo la definizione della data alla quale l’Autonomia approderà alla Camera per la discussione e votazione. 

Roberto Calderoli e Luca Zaia
Roberto Calderoli e Luca Zaia
New call-to-action

«Il 29 aprile potrà essere una nuova pietra miliare per l’Autonomia: la riforma arriverà alla discussione e poi al voto alla Camera, dopo l’approvazione ricevuta dal Senato. Restiamo con gli occhi puntati a quanto sta accadendo a Roma dove, grazie a questo Governo, la riforma federalista passo dopo passo sta gettando le radici, mettendo a frutto un lavoro intenso costruito con passione dalle Regioni e dai territori del Paese. Il testo sta affrontando l’iter parlamentare, passo dopo passo; anche grazie alle audizioni in corso in questi giorni la riforma dell’autonomia è stata approfondita e migliorata. L’Italia, l’intero Paese, dev’essere orgogliosa di come grazie a questa riforma si è scoperta capace di guardare al futuro, affrontando con serietà a rigore un’ evoluzione federalista che avvicinerà le istituzioni ai cittadini, ma anche i cittadini a un’amministrazione pubblica che verrà percepita più vicina».

LEGGI ANCHE: “Le Iene” a Verona per il caso Citrobacter: «L’analisi genomica ce l’hanno da diversi giorni»

Sono le parole del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, appresa la definizione della data alla quale l’Autonomia approderà nell’aula di Montecitorio. 

«Seguiamo con attenzione anche il lavoro effettuato, e ancora in corso, sui LEP, avviato con rigore dal Ministro Calderoli e dall’intero Governo Meloni, che ringrazio. Ho dato anche indicazioni perché le nostre strutture regionali – e la delegazione trattante costituita in Veneto – avviino già una serie di approfondimenti, anche procedurali, per farci trovare pronti a un proficuo confronto con il Governo sin all’indomani dell’entrata in vigore dell’Autonomia: vogliamo “mettere a terra”, nel corso del prossimo periodo, la riforma, lavorando già alle deleghe delle competenze che il Veneto potrà richiedere allo Stato centrale. Ci faremo trovare pronti per un appuntamento destinato a entrare nella storia del nostro Paese», termina il Presidente Zaia.

LEGGI ANCHE: Dall’Univr solidarietà alle popolazioni palestinese e israeliana