ATV, da lunedì in vigore gli orari invernali: tutte le novità

Da lunedì 13 settembre entrano in vigore gli orari invernali di ATV: rafforzate le corse giornaliere, obbligo di mascherina FFP2 sul mezzo e ritorno degli "assistenti".

Rientro a scuola - Stazione Porta Nuova - autobus Atv
Foto d'archivio

Da lunedì 13 settembre, a seguito dell’avvio dell’anno scolastico, entra in vigore l’Orario invernale dei bus urbani ed extraurbani di ATV, con la progressiva attivazione dei servizi scolastici dedicati agli istituti di Verona e provincia.

Come di consueto, per ATV questo è il momento dell’anno di massimo impegno, in cui l’Azienda mette in campo tutte le risorse disponibili in termini di mezzi e personale. Quest’anno infatti il servizio invernale partirà a pieno regime, attivando tutte le 4250 corse giornaliere che vanno a coprire i 3700 chilometri della rete extraurbana e i 273 chilometri di rete urbana di Verona, servite da 4800 fermate.

Ma il servizio di trasporto quest’anno sarà ulteriormente rafforzato, per fronteggiare efficacemente l’emergenza sanitaria, così come concordato nei tavoli operativi coordinati dalla Prefettura, con la presenza di Ufficio provinciale scolastico, Ente di Governo del trasporto pubblico ed ATV.

«Un ringraziamento va in primo luogo al Prefetto – sottolinea il Direttore generale di ATV, Stefano Zaninelli, per l’importante lavoro di coordinamento svolto tra tutti i soggetti coinvolti nell’avvio dell’anno scolastico. Per quanto riguarda ATV, posto che le norme indicano nell’80% la capienza dei mezzi pubblici e che gli istituti di Verona effettueranno orari di entrata/uscita scaglionati, abbiamo adeguato il servizio di trasporto a tali orari e predisposto un consistente rinforzo delle corse, grazie anche all’impiego di 92 autobus di operatori privati. Tra rinforzi e servizi integrativi, mirati sui nuovi orari scolastici scaglionati, saranno quindi disponibili 500 corse in più, oltre le 4250 ordinarie. Uno sforzo organizzativo notevole per la nostra azienda, che però ci permetterà di garantire agli studenti la possibilità di tornare tra i banchi con serenità ed all’utenza in generale di muoversi con i mezzi pubblici in sicurezza».

Ulteriore elemento di sicurezza sarà il ritorno, alle fermate principali sulla rete di città e provincia, degli “assistenti”, 35 operatori – che si aggiungono ad altri 30 verificatori ATV – con il compito di evitare possibili assembramenti durante le operazioni di salita/discesa nelle ore di punta, e di controllare che tutti i passeggeri in salita siano dotati di mascherina indossata correttamente.

«Va infatti evidenziato – sottolinea ancora il Direttore generale di ATV – che a bordo del bus è sempre obbligatorio indossare la mascherina FFP2. La responsabilità personale di ciascun utente rimane infatti un punto essenziale per garantire l’efficacia delle misure igieniche. Ricordo che nel caso in cui salga a bordo una persona senza mascherina, l’autista è tenuto a fermare il mezzo avvisando l’utenza dell’impossibilità di ripartire. Come Azienda, continuiamo ad applicare rigorosamente le pratiche adottate dall’inizio dell’emergenza: i finestrini dei mezzi vengono lasciati aperti, ed ogni giorno gli addetti provvedono all’igienizzazione di tutte le superfici interne quali sedili, mancorrenti e pali di sostegno con l’utilizzo di prodotti germicidi a base di cloroper uso ospedalieroTutti i mezzi sono sottoposti a procedure di sanificazione ambientale con vapore secco a 180 gradi, particolarmente efficace per abbattere la carica batterica e virale da tutte le superfici».

Orari e percorsi

Per quanto riguarda orari e percorsi dei servizi scolastici, così come quelli delle linee urbane ed extraurbane, tutte le informazioni sono già disponibili alla consultazione sul sito dell’Azienda.

Nel complesso, la struttura del servizio rimane inalterata rispetto a quella dell’inverno precedente, pur con qualche affinamento ed alcune novità, che si possono riassumere in questo elenco:

Rete urbana di Verona

  • Nuova Linea 15: Viene istituito un nuovo collegamento diretto tra la Stazione di Porta Vescovo e la Casa circondariale di Montorio, grazie alla linea 15 con percorso Porta Vescovo-via Barana-via Montorio- Casa circondariale. La frequenza è di 40’ nelle fasce orarie 8.15-12.00 e 14.30-17.30;
  • Linea 22: effettua servizio da Pestrino per Policlinico al posto della linea 62, offrendo in questo modo ai residenti del quartiere un collegamento diretto con la Stazione di Porta Nuova;
  • Linea 51: il capolinea viene spostato da via Carinelli a via Fincato dove l’area risulta più idonea;
  • Linea 61: per supportare principalmente il flusso dei visitatori diretti all’Adigeo, al sabato pomeriggio vengono istituite corse di rinforzo nel tratto compreso tra la Stazione e il centro commerciale, portando in questo modo la frequenza da 30 a 15 minuti;
  • Linea 62: dopo una deviazione forzata di alcuni mesi, viene ripristinato il percorso ordinario su via Albere a seguito della riapertura al transito dei mezzi pesanti sul ponte del canale Camuzzoni;
  • Linea 72: per consentire l’impiego di mezzi da 12 metri e quindi una maggior offerta di servizio, la linea non transita più da piazza Cittadella ma effettua il percorso su via del Pontiere-stradone Maffei. Nel tratto est non transita più da via dei Bombardi ma percorre via Bonfadio-rotonda via Fincato-via Verdi;
  • Linea 77 navetta park Centro-piazza Bra’: effettua servizio giornaliero fino al 30/09, poi nei periodi 1.12-9.01 quindi riprende il 01.03.

Rete extraurbana e servizio urbano di Legnago

In ambito extraurbano viene riconfermato nel suo complesso il servizio dell’anno scorso, compresa la rete degli speciali scuola rivolti agli istituti e comprensori scolastici della provincia. Analogamente per la rete urbana di Legnago sono confermate le due linee sui percorsi Porto-Autostazione e Terranegra-Stazione FS-Ospedale-Porto scuole. Significativi rinforzi sono stati attivati a supporto delle corse speciali che gravitano sui poli scolastici della Pianura, anche con l’impiego di bus integrativi di operatori privati

  • Servizio scuola SC 450: viene istituito un nuovo collegamento da Peschiera a servizio degli studenti che frequentano i poli scolastici di Valeggio-Villafranca;
  • Linee 121/130: nei giorni festivi le linee effettuano collegamento fino a Giazza per dare risposta ai flussi di utenza turistica dell’alta val d’Illasi. A Verona effettuano capolinea in Stazione PN;
  • Linea Express X02: viene istituita una nuova fermata in località Costalunga;
  • Linea Express X05: a seguito dell’aumento della richiesta di servizio, è operativa una nuova coppia di corse con partenza da Garda alle 6.45 e ritorno da Verona alle 13.30, che permette di raddoppiare l’offerta di trasporto;
  • Linea 161: ripristinato il percorso ordinario su via Dal Cero-via San Marco a seguito della riapertura al transito dei mezzi pesanti del ponte sul canale Camuzzoni;
  • Linea 199 navetta StazioneFS-Aeroporto: confermata la frequenza ogni 20’;
  • Linee 107 e 109: confermati fino al 23/02 i servizi sperimentali sui tratti Stallavena-Bellori e Marano-San Floriano.
Autobus - bus -Verona - Atv - stradone Maffei
Autobus Atv in stradone Maffei a Verona

La campagna abbonamenti

Nel frattempo è ripartita la campagna abbonamenti, con segnali positivi circa un ritorno dell’utenza fidelizzata, anche se non ancora sui livelli del 2019. Considerato comunque che le scuole iniziano a settembre inoltrato, è probabile che il maggior numero di abbonamenti sarà rinnovato in ottobre, anche perché molti utenti hanno ancora a disposizione l’importo caricato sul borsellino elettronico a seguito del voucher riscosso all’inizio del 2020. Pertanto sfrutteranno il borsellino per le due settimane di settembre.

Va sottolineato che tutte le operazioni di acquisto della Mover Card e dell’abbonamento si possono fare on-line dal sito ATV senza bisogno di recarsi in biglietteria o nelle rivendite.

A chi invece preferisce andare in biglietteria di persona, si ricorda che dalla sezione “biglietterie” del sito di ATV è possibile prenotare in proprio appuntamento allo sportello, evitando così perdite di tempo.

Vinci viaggiando con ATV

Da registrare l’impatto molto positivo dell’inedita iniziativa promozionale messa in campo da ATV dal 1 agosto al 31 ottobre, il concorso a premi “Vinci Viaggiando con ATV” che permette a chi acquista l’abbonamento annuale di vincere biglietti per i parchi divertimento del Garda e utili gadget firmati ATV, oltre che partecipare all’estrazione mensile di un iPhone 12 Pro Max, come super premio. Nel primo mese di operatività del concorso si sono contati oltre 1200 partecipanti, con due vincitori al giorno, segno che l’iniziativa è stata accolta con simpatia.

App “Ticket Bus Verona”

A un anno dalla sua attivazione, l’app ATV per l’acquisto dei biglietti da smartphone viene già usata quotidianamente da decine di migliaia di utenti, tra cui moltissimi turisti in soggiorno sul Lago di Garda. Solo nel mese di agosto sono stati oltre 56 mila i biglietti acquistati con questo strumento. Oltre alla indiscutibile comodità di avere una biglietteria “virtuale” sempre in tasca, è chiaro infatti che questo canale migliora anche il livello di sicurezza in ogni fase dell’utilizzo: non richiede più uso del contante, non serve entrare in una biglietteria, scompare il biglietto “fisico” cartaceo, sostituito con l’immagine sul dispositivo, da validare inquadrando il qr code installato sugli autobus. Vengono quindi ridotte sensibilmente le occasioni di potenziali contatti ed i conseguenti rischi di contagio.

LEGGI LE ULTIME NEWS

I commenti

«Ricordo che pre-pandemia l’80% degli spostamenti casa-scuola avveniva utilizzando il bus – ha detto il vicesindaco e assessore alla mobilità di Verona Luca Zanotto -. A seguito della pandemia questi dati sono naturalmente cambiati, ma il rigore, il rispetto delle norme, l’igienizzazione e tutti i sistemi di protezione messi in campo da ATV garantiscono oggi, unitamente al contributo degli steward e ai rinforzi dei 92 bus di operatori privati messi in campo nell’extraurbano e dalla provincia verso il capoluogo, un importantissimo supporto al mondo della scuola».

«A prescindere dalla pandemia, avevamo ipotizzato e chiesto più volte al provveditore di diversificare gli orari degli studenti. Questa diversificazione comporta sia per gli studenti, sia per i cittadini un’importante evoluzione che spero rimanga per sempre. Poter distribuire il traffico veicolare nell’orario di punta significa diminuire la curva di carico di traffico che il nostro capoluogo si trova a subire nell’orario più delicato anche per il trasporto pubblico. Tutte queste manovre, unitamente allo sforzo di ATV, credo e spero possano garantire una ripresa ottimale della scuola, con il primo giorno che, come sempre, fungerà da test», conclude.

«Questo è già il secondo anno che lavoriamo con questi numeri – ha aggiunto il consigliere delegato ai Trasporti della Provincia di Verona Roberto Dall’Oca -. Il vero banco di prova è stato lo scorso anno, quando siamo stati in grado di arginare il momento di crisi. L’implementazione di 92 mezzi in più, degli steward e di questo servizio nel complesso non erano assolutamente scontati, e ne sono orgoglioso come Ente di Governo. ATV ha saputo dare risposte concrete e serie sul programma fatto assieme al prefetto; un programma invidiatoci da altre Province, che ci hanno lodato e che da noi hanno preso spunto».

«Tutta la provincia è stata interessata da questo miglioramento – ha aggiunto Dall’Oca -. A Villafranca, Legnago e San Bonifacio sono stati garantiti gli incrementi dello scorso anno, ma abbiamo avuto attenzione particolare per Garda e la montagna – quest’ultima interessata da una corsa aggiuntiva per San Rocco. Altra conferma importante è il servizio di collegamento tra la città e l’aeroporto Catullo, che opererà con una frequenza di venti minuti. Esorto tutti a prendere il trasporto pubblico locale, in quanto è assolutamente efficiente e sicuro».

«Devo ringraziare molto ATV per la disponibilità nell’ascoltare i sindaci del territorio – ha detto Roberto Danieli, vicesindaco di Legnago con delega ai Trasporti -. A Legnago abbiamo una popolazione di studenti che arriva quasi alla metà della popolazione della provincia, e lo sforzo fatto ci ha valso molti compimenti dalle altre province. Abbiamo delle criticità nel quartiere di Porto, dove ci sono quattro istituti scolastici superiori, ma gli steward, assieme alla polizia municipale, faranno certamente sì che non emergano problematiche di l’assembramento».

«Come AMT siamo estremamente soddisfatti del piano messo in atto e abbiamo piena fiducia nel suo successo – ha concluso Alessandro Rupiani, presidente di AMT -. Verona è una città particolarmente complessa, poiché in questo periodo è ancora interessata da un importante flusso turistico. Le scuole, dunque, entrano in gioco in un momento in cui dobbiamo gestire anche questo aspetto. Il piano messo in campo è tuttavia assolutamente ideale, e ringraziamo molto per lo sforzo fatto».

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM