Violenza contro le donne, una corsa “per non spezzare le ali”

Palloncini rosa legati al braccio e sorrisi. Si sta correndo in questi momenti la terza edizione della corsa e passeggiata non competitiva di 6 o 9 chilometri, dedicata a tutti coloro che vogliano schierarsi contro la violenza sulle donne. Il ricavato della manifestazione sarà donato ad un progetto per la riqualificazione di un appartamento a favore dell’associazione Protezione della Giovane.

E’ la “We Run”, corsa e passeggiata non competitiva di 6 e 9 chilometri, dedicata alle donne ma aperta anche agli uomini e a quanti vogliano schierarsi contro la vergognosa piaga della violenza sulle donne. Il percorso si è snodato attraverso il parco dell’Adige, con partenza alle 10 dal centro sportivo un via del Perloso.  La manifestazione, giunta alla terza edizione, si inserisce nel programma delle iniziative per la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne ed è realizzata dall’associazione “Angels in Run Verona” con il patrocinio del Comune e il supporto di Agsm, Bottagisio Sport Center, Canoa Club. L’iniziativa ha come scopo quello di riqualificare il primo co-housing per le donne che, dalla casa protetta, iniziano un percorso di indipendenza.

Ha corso con un velo di commozione la madrina dell’evento, Eliana Patelli, la maratoneta bergamasca, vincitrice dell’ultima Verona Marathon, che proprio grazie alla corsa, una notte di inverno è riuscita a trovare la forza dentro di sé per chiudere una relazione violenta.