Sboarina al Sì TAV: “Alta velocità fondamentale per il nostro territorio”

Il sindaco di Verona Federico Sboarina, intervenuto ieri alla manifestazione organizzata dal Comitato infrastrutture Veneto – Veneto Sì TAV, ha ribadito con forza la necessità di dare al Paese e al territorio veronese (quest’ultimo strategico dal punto di vista della viabilità stradale e su rotaia) le infrastrutture di cui necessitano, prima fra tutte l’alta velocità.

E’ uno Sboarina convinto e determinato quello che ieri ha preso in mano il microfono attorno alle 11 del mattino, sulla scalinata di Palazzo Barbieri, per portare il saluto alla città e agli organizzatori della manifestazione Sì TAV.

Il sindaco ha voluto ribadire la sua vicinanza politica e personale alle migliaia di imprenditori, professionisti e lavoratori rappresentati ieri da venti sigle associative e sindacali: “Non ho mai nascosto, anzi, ho palesato molto spesso nelle settimane scorse e nei giorni scorsi, l’importanza che hanno le infrastrutture per il nostro territorio. – ha dichiarato Sboarina – Parlo di infrastrutture in generale, quindi sia l’alta capacità che scende dal Brennero, sia l’alta velocità che per il nostro territorio veronese significa anche il recupero dell’ex scalo merci, dove noi, con un percorso molto complesso e delicato, vorremmo realizzare un grande parco urbano”.

“Ieri sono stato all’assemblea dei soci di A22 – ha proseguito il sindaco – e qui oggi non posso non citare, ad esempio, anche l’importanza delle nostre infrastrutture autostradali. Stiamo parlando di un gioiello del nostro territorio che produce economie rilevanti. E non è l’unico tema centrale, pensiamo allo sviluppo potenziale del nostro aeroporto”.

Le infrastrutture in un territorio come il nostro – ha concluso Federico Sboarina – che è incrocio degli assi nord-sud, est-ovest, sia ferroviari che stradali, sono fondamentali e indispensabili per la nostra economia e la nostra ricchezza”.