Da San Martino solidarietà ai terremotati

Nelle raccolte fondi organizzate il 3 e il 4 settembre dal Comune di San Martino Buon Albergo i cittadini si sono dimostrati più che generosi: sono stati raccolti oltre 3mila euro da destinarsi alle popolazioni colpite dal terremoto del 24 agosto. E poi, una bella storia di integrazione: anche le due comunità senegalesi Gore Onesta e Cheikh Ahmadou Bamba hanno partecipato con una generosa donazione.

I sanmartinesi hanno dimostrato la propria solidarietà verso la popolazione del Centro Italia colpita dal terremoto, partecipando numerosi alla raccolta fondi in denaro promossa lo scorso fine settimana dal Comune di San Martino Buon Albergo. Grazie all’iniziativa, che si è svolta sabato 3 settembre con un gazebo al mercato del Borgo della Vittoria e domenica 4 settembre di fronte al Municipio, sono stati raccolti circa 3mila euro. “Ringrazio i cittadini sanmartinesi che hanno apprezzato l’iniziativa e che come spesso accade in occasioni importanti come questa dimostrano la propria sensibilità e solidarietà. Lo avevamo visto con il terremoto di Cavezzo e anche in questo caso hanno risposto presenti”, afferma il vicesindaco e assessore alla Protezione civile Franco De Santi.

Un importante aiuto alla causa lo hanno fornito anche le associazioni senegalesi Gore Onesta, di San Martino Buon Albergo, e Cheikh Ahmadou Bamba, di Verona, che hanno fatto una donazione. Il vicesindaco e il presidente del Consiglio comunale Giulio Furlani hanno accolto domenica mattina i rappresentanti delle due associazioni al gazebo allestito di fronte al Municipio, in collaborazione con la protezione civile, i Gruppi alpinistici di San Martino Buon Albergo e Marcellise, i carabinieri in congedo e i marinai d’Italia di San Martino Buon Albergo. “Con la comunità senegalese si è creato un ottimo clima di collaborazione, all’insegna dell’integrazione. E il gesto solidale che hanno compiuto, di recarsi al gazebo del Comune dopo aver raccolto i fondi tra i propri connazionali, va proprio in questa direzione”, aggiunge De Santi.

Hanno aderito all’iniziativa anche la Young Community e il comitato civico di Mambrotta. L’amministrazione comunale intanto ha annunciato che anche l’intero incasso derivante dalle quattro serate della rassegna “Ottobre in Musica” verrà devoluto alla gestione dell’emergenza post sisma. “Invitiamo i cittadini a partecipare numerosi anche alla rassegna musicale. Seguiranno altre iniziative nelle prossime settimane, con l’obiettivo di fornire un aiuto concreto a coloro che sono stati colpiti dal dramma del terremoto”, prosegue De Santi. “Le indicazioni che ci sono pervenute attraverso i canali istituzionali dalla Centrale operativa della protezione civile sono quelle di non effettuare al momento raccolte di beni di prima necessità, per non “ingolfare” la macchina dei soccorsi, quanto piuttosto di raccogliere denaro che sarà destinato alla gestione dell’emergenza nelle prossime settimane. Come anticipato nei giorni scorsi, in coordinamento con la protezione civile regionale, nelle zone terremotate a breve si recherà il responsabile dei volontari sanmartinesi Aldo Tregnago al fine di verificare in prima persona, con i referenti della protezione civile locale, quali sono le necessità della popolazione, seguendo il modello già sperimentato a seguito del terremoto di Cavezzo”.