Regione: il pres. Zaia ha presentato la nuova Giunta Regionale

Traghettare il Veneto da qui al 2020, consolidando le eccellenze della nostra Regione, non gettando mai la spugna di fronte a crisi e avversità.

sapendo che la vera sfida da vincere è quella del lavoro, guardando ai giovani come alla nostra principale risorsa e puntando a conquistare quella autonomia che come veneti legittimamente rivendichiamo da tempo.

Sono questi i capisaldi del programma della decima legislatura regionale appena iniziata, illustrati oggi dal presidente Luca Zaia all’assemblea di palazzo Ferro Fini, nel corso della seduta dedicata alla presentazione della nuova Giunta.

Dopo aver reso noti e nomi dei dieci assessori e le rispettive competenze, Zaia ha sintetizzato gli elementi cardine dell’attività futura, richiamando il Consiglio ad affrontare con determinazione questa difficile fase storica, “perché – ha detto – non siamo i curatori fallimentari del Veneto”.
Per il presidente il lavoro deve essere in cima alle preoccupazioni, sia perché la disoccupazione giovanile è una ferita che brucia, sia per dare risposta ai tanti, ormai non più giovani, che attendono di essere ricollocati. “Su questo fronte, l’esperienza ci insegna – ha sottolineato – che noi possiamo essere decisivi, come è dimostrato dalla vicenda Electrolux, un’azienda che sembrava vicina alla chiusura e che ora è tornata pienamente produttiva”.

Zaia ha poi rilevato l’importanza di utilizzare al meglio gli oltre 1.300 milioni di euro di fondi europei disponibili per lo sviluppo della nostra regione nei prossimi anni, per rilanciare la nostra economia e il nostro sistema produttivo. “Le nostre imprese hanno ancora la volontà di rischiare – ha ricordato –, ci chiedono solo di poter lavorare, di non avere uno Stato che le massacra di tasse e invece il nostro residuo fiscale ammonta a ben 21 miliardi di euro. E dobbiamo fare in modo che le banche venete rimangano nel Veneto”.

Dopo aver confermato la vocazione produttiva di Marghera (“in quest’area deve svilupparsi la manifattura veneta, non campi da golf”), il presidente si è soffermato sui recenti sviluppi della sentenza della Corte Costituzionale sui referendum in materia di autonomia e indipendenza. “Confermiamo il nostro impegno per procedere in questa direzione – ha detto –. Si è aperto un varco per ottenere l’autonomia, ma anche la prospettiva di andare finalmente a contarci per poi poter dire a Roma che l’attuale situazione non è più accettabile e noi non ce la facciamo più”.

Zaia ha quindi accennato all’obiettivo di consolidare la leadership nazionale del turismo veneto, “la nostra più grande industria – ha evidenziato – che non può essere minata da inaccettabili politiche in tema di immigrazione. Quello che accade non possiamo più considerarlo un’emergenza ma un problema cronico: non si tratta di profughi e rifugiati, ma di gente che va aiutata a casa loro”.

Il presidente ha poi orgogliosamente rivendicato l’eccellenza della sanità veneta, per la quale risorse e investimenti non dovranno venir meno (“continueremo a essere i numeri uno”) e in chiusura ha sottolineato la volontà di dedicare particolare attenzione a temi giustamente cari ai cittadini, quelli della trasparenza, della legalità e dell’anticorruzione.

Nella replica Zaia ha ringraziato l’opposizione per i toni costruttivi del dibattito: “Una opposizione più forte – ha detto – rende più forte anche una maggioranza. Mi sembra un ottimo inizio di legislatura, abbiamo dato un bel messaggio ai veneti: in Consiglio siedono 51 persone che lavorano per il bene della regione”.

LA NUOVA GIUNTA E I NUOVI ASSESSORI

GIANLUCA FORCOLIN, VICEPRESIDENTE DELLA GIUNTA

– Bilancio e Controllo Finanziario, Finanze e Tributi, Rapporti con il Credito, Partecipazioni Societarie, Risorse Umane, Affari Generali, Demanio e Patrimonio, Sistema Informatico ed e-government, Semplificazione Amministrativa, Trasparenza, Anticorruzione, Affari Legali e Contenzioso, Rapporti con gli Enti Locali, Riordino Funzioni di Competenza Regionale, Funzioni Metropolitane.

Veneziano di Musile di Piave, classe 1968, diplomato all’Istituto professionale per il Commercio, tributarista. Assessore e vicesindaco del suo Comune d’origine dal 1993, alle amministrative del 2007 è eletto sindaco, riconfermato nel 2012. E’ stato deputato dal 2008 al 2013, componente delle Commissioni Finanze e Attività produttive. Alle ultime elezioni regionali è stato il candidato consigliere più votato nella sua provincia con 3.591 preferenze personali.

ELENA DONAZZAN

– Politiche dell’Istruzione, Diritto allo Studio, Scuole Paritarie, Edilizia Scolastica, Programmazione della Formazione Professionale, Programmi Comunitari FSE, Politiche per il Lavoro, Pari Opportunità.

Vicentina, classe 1972, diplomata al Liceo linguistico. Eletta nel 1994 in Consiglio provinciale a Vicenza, nel 2000 entra in Consiglio regionale. Nel 2005 diventa assessore regionale con referati all’Istruzione, Formazione, Lavoro, caccia, protezione civile, tutela del consumatore, sicurezza alimentare, servizi veterinari. Nel 2010 viene rieletta in Consiglio regionale ed è nominata assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro (dall’ottobre 2014 anche trasporti) nella Giunta Zaia.

FEDERICO CANER

– Attuazione del Programma di Governo, Rapporti con il Consiglio Regionale, Programmazione (FAS e FSC), Programmi FERS, Turismo, Trasporti a Fune, Commercio Estero e Internazionalizzazione, Economia e Sviluppo Montano, Attività Promozionali.

Trevigiano, 41 anni, laureato in Scienze politiche, con master in Gestione degli Enti locali presso l’Università Bocconi di Milano. In Lega dal 1993, dal 1998 al 2008 è consigliere comunale a Treviso. In Consiglio regionale dal 2000, è stato presidente del Gruppo consiliare Liga Veneta Lega Nord dal 2010 al 2015. Nel 2012 è stato vicesegretario federale della Lega Nord; attualmente è responsabile della Liga Veneta per le politiche della sicurezza.

CRISTIANO CORAZZARI

– Pianificazione Territoriale e Urbanistica, Beni Ambientali, Culturali e Tutela del Paesaggio, Parchi e Aree Protette, Polizia Locale, Sicurezza Cultura, Spettacolo, Sport, Edilizia Sportiva, Identità Veneta.

Nato a Ferrara il 9 novembre 1975, risiede a Stienta (Rovigo). Avvocato dal 2007, è iscritto alla Lega Nord Liga Veneta dal 1992. E’ stato candidato alla Camera dei deputati alle elezioni politiche del 2008; nel 2010 è stato eletto in Consiglio regionale. Dopo un quinquennio all’opposizione in consiglio comunale a Stienta come capogruppo della Lega Nord, nel 2014 è stato eletto sindaco (il primo non di centrosinistra nella storia) del Comune rodigino.

LUCA COLETTO

– Programmazione Sanitaria e Sociosanitaria, Tutela della Salute, Programmazione Edilizia a Finalità Collettive, Igiene Pubblica, Attuazione articolo 20 legge n. 67/1988, Sicurezza Alimentare, Servizi Veterinari, Non Autosufficienza.

Veronese classe 1961, ha conseguito la maturità tecnica. Ha iniziato la sua attività politica nella Lega nel 1995; nel 2002 è stato responsabile provinciale Enti locali. Dal 2004 al 2009 è stato assessore all’Ambiente ed alle Politiche faunistiche per la Provincia di Verona, e quindi vicepresidente con medesime deleghe dal 2009 al 2010; dal 2008 al 2009 è stato Consigliere comunale nel capoluogo. Dal 2010 è stato assessore alla Sanità all’interno della Giunta regionale del Veneto.

GIANPAOLO ENRICO BOTTACIN

– Programmazione per la Salvaguardia Ambientale, Tutela del Suolo e dell’Aria, Ciclo Integrato dell’Acqua, Difesa del Suolo, Bonifica e Foreste, Cave, Acque Minerali e Termali, Riconversione del Polo Industriale di Marghera, Legge Speciale per Venezia, Protezione Civile e Antincendio Boschivo, Specificità Provincia di Belluno.

Bellunese, classe 1969, si è laureato in ingegneria meccanica all’Università di Padova, lavorando per importanti aziende del settore chimico e dell’occhialeria. Appassionato di automobilismo, dal 2005 al 2008 è stato delegato provinciale della Commissione Sportiva Automobilistica Italiana. Dal 2011 è presidente dell’ACI Belluno. In Lega dal 1993, è stato consigliere regionale dal 2005 al 2009 (capogruppo dal 2008), e presidente della Provincia di Belluno dal 2009 al 2011.

MANUELA LANZARIN

– Programmazione e Servizi Sociali, Interventi a Favore dei Minori, dei Giovani, degli Anziani e dei Portatori di Handicap, Settore del No Profit e del Volontariato, Rapporti con istituzioni di Assistenza, Flussi Migratori, Diritti Umani, Edilizia di Culto.

Vicentina di Rosà, classe 1971, diplomata alla Scuola superiore interpreti e traduttori, ha lavorato nell’area commerciale estera dell’azienda di famiglia. Assessore alla cultura e all’istruzione a Rosà dal 1997, è stata eletta sindaco per due mandati dal 2002 al 2012, da allora è vicesindaco. Nel 2008 è stata eletta deputato, carica che ha ricoperto fino alla scadenza di legislatura nel 2013. E’ alla sua prima esperienza in Regione, eletta con la Lista Zaia a Vicenza.

ROBERTO MARCATO

– Artigianato, Commercio, Piccole e Medie Imprese, Industria, Fiere e Mercati, Distretti, Ricerca e Innovazione, Imprenditoria Giovanile e Femminile, Energia per tutte le Filiere, Tutela del Consumatore.

Padovano di Piombino Dese, classe 1968, promotore finanziario. Iscritto alla Lega dal 1992, nel 2006 è stato Responsabile provinciale Enti locali, e nel 2012 è eletto Segretario provinciale. Nel 2007 ha ricoperto il ruolo di assessore al Bilancio a Piombino Dese. In Provincia a Padova, è stato nominato di assessore con deleghe ad Ambiente, Cave, politiche energetiche dal 2004 al 2009; nel 2009, rieletto, è stato riconfermato nelle stesse deleghe e nominato vicepresidente.

GIUSEPPE PAN

– Politiche per l’Agricoltura e la Zootecnia, Piano di Sviluppo Rurale (FEOGA), Programma Comunitario LEADER, Pesca e Acquacoltura, Fitosanitario, Produzioni Ambientali e Vegetali, Caccia.

Padovano, classe 1962, laureato in Agraria e docente di scuola media superiore. Assessore all’Ambiente a Cittadella dal 1992 al 2001, vicesindaco dal 2002 al 2005 e dal 2007 al 2012, è stato eletto sindaco nel 2012 succedendo a Massimo Bitonci. Dal 2004 è presidente dell’Associazione città murate del Veneto. Cofondatore della Lega Nord a Cittadella nel 1992, è Segretario della sezione locale dal 2007. E’ alla sua prima esperienza in Regione del Veneto.

ELISA DE BERTI

– Lavori Pubblici, Edilizia Residenziale Pubblica, Patti Territoriali (IPA), Infrastrutture, Programmazione dei Trasporti, Trasporto Pubblico Locale, Navigazione Interna e Portuale.

Veronese, classe 1974, laureata in Giurisprudenza nel 2001, ed iscritta all’Albo degli Avvocati di Verona dal 2005. Militante della Lega Nord, nel 2004 è stata eletta consigliere comunale a Isola Rizza, Comune del quale è diventata sindaco nel 2009, poi riconfermata nel 2014. E’ salita alle cronache nazionali di recente come “sindaco anti-tasse”, avendo deliberato la serrata del municipio per tre giorni tra gennaio e febbraio 2015 come protesta contro il Patto di stabilità e i tagli dei trasferimenti da Roma.

La Redazione