Programma di Sviluppo Rurale: in palio 56 milioni

Aperti i badi per il Programma di Sviluppo Rurale: sono 12 mila i beneficiari che potranno ottenere un sostegno complessivo di circa 56 milioni di euro. Tutti i bandi scadono il 16 maggio 2016.

La Giunta regionale del Veneto ha approvato tre deliberazioni che aprono i termini per la presentazione delle domande di conferma degli impegni sulle misure agroambientali del Programma di sviluppo rurale. I provvedimenti riguardano misure e beneficiari sia della programmazione 2014-2020 sia delle programmazioni precedenti. In totale i beneficiari coinvolti sono circa 12 mila per un sostegno complessivo di intorno ai 56 milioni di euro. Tutti i bandi scadono il prossimo 16 maggio 2016.

Per tutte le diverse misure, la presentazione della domanda di conferma e il rispetto degli impegni assunti inizialmente sono le due condizioni indispensabili per poter beneficiare dei premi per l’anno in corso.

Impegni agro-climatico-ambientali (Misure 10 e 11 del Psr 2014-2020)

La deliberazione n 285 del 15 marzo 2016 ha aperto i termini per le domande di conferma a valere sulle misure 10 – Pagamenti agro-climatico-ambientali e 11 – Agricoltura biologica. Sono coinvolti i beneficiari che nel 2015 hanno presentato domanda di aiuto per gli impegni pluriennali nel quadro del Psr 2014-2020 a seguito del bando aperto con la deliberazione n.440 del 31 marzo 2015. Si tratta in particolare dei beneficiari dei tipi d’intervento 10.1.1 Tecniche agronomiche a ridotto impatto ambientale, 10.1.3 Gestione attiva di infrastrutture verdi, 10.1.4 Gestione sostenibile di prati, prati-seminaturali, pascoli e prati-pascoli in zone montane, 10.1.7 Biodiversità – Allevatori e coltivatori custodi, 11.1.1 Pagamenti per la conversione all’agricoltura biologica e 11.2.1 Pagamenti per il mantenimento dell’agricoltura biologica del Psr 2014-2020.

Pagamenti agroambientali e benessere animale (Misure 214 e 215 del Psr 2007-2013)

La deliberazione n 283 del 15 marzo 2016 ha aperto i termini per le domande di conferma sugli impegni pluriennali sottoscritti nell’ambito del Psr 2007-2013. Il provvedimento riguarda quanti hanno presentato domanda per le misure 214 – Pagamenti agroambientali sottomisure a, b, c, d, e, g, i1-i2-i3 e 215 – Benessere animale del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, che nel 2015 hanno scelto di proseguire con gli impegni quinquennali e i premi rivisti della passata programmazione in base alla deliberazione n. 607 del 21 aprile 2015.

Agroambiente e forestazione (Misure 6 e 8 del Psr 2000-2006; Impegni Regolamenti CEE 1992; Misure 221 e 223 Psr 2007-2013)

La deliberazione n. 282 del 15 marzo 2016 ha aperto i termini per la presentazione delle domande di conferma relative agli impegni pluriennali sottoscritti nel corso delle programmazioni 2007-2013, 2000-2006 e con i regolamenti del 1992 in materia agroambientale.

In particolare sono coinvolti quanti hanno assunto impegni pluriennali nell’ambito delle misure 221 – Primo imboschimento dei terreni agricoli e 223 – Primo imboschimento dei terreni non agricoli del Psr 2007-2013;

quanti hanno assunto impegni a valere sulle misure 6 – Agroambiente e 8 – Forestazione nel periodo 2000-2006; quanti hanno assunto impegni nel quadro dei regolamenti europei sui programmi agroambientali n.2078 e n.2080 del 1992.