Primarie PD, vince Zingaretti

Nicola Zingaretti sarà il nuovo segretario del Pd. Ha vinto le primarie. “Viva la democrazia italiana, che dà lezioni ogni volta che può, sono contento per l’Italia”: è il suo primo commento. Secondo il Comitato organizzatore, ha ottenuto oltre il 70% dei voti, con oltre un milione di voti. Gli altri due sfidanti, prendono atto dei risultati: Maurizio Martina gli ha augurato ‘Buon Lavoro’. e Roberto Giachetti lo ha chiamato per complimentarsi.

Arriva anche il commento di Matteo Renzi: “Quella di Nicola Zingaretti è una vittoria bella e netta. Adesso basta col fuoco amico: gli avversari politici non sono in casa ma al Governo. Al segretario Zingaretti un grande in bocca al lupo. A Maurizio, Bobo e a tutti i volontari grazie. Viva la “democrazia”.

Io non mi intendo capo, ma leader di una comunità in campo per cambiare la storia della democrazia italiana” e “il Pd sarà unità e ancora unità, cambiamento e ancora cambiamento”, ha detto, quindi, Zingaretti parlando dal suo comitato elettorale. “Penso ai delusi, a chi ci ha criticato, a chi ci ha frainteso e ha votato altre forze politiche che si sono presentate con idee suggestive – ha aggiunto nel suo primo discorso da neo segretario -. Molti sono tornati, stanno tornando e torneranno nel nuovo Pd e nella nuova alleanza, un nuovo campo unitario e combattivo per voltare pagina in questo Paese. E’ un inizio, non illudiamoci, la destra é rocciosa, forte, radicata, non cederà il potere in maniera semplice”.

E ad augurare buon lavoro a Zingaretti è anche il vicepremier, Matteo Salvini: “Complimenti per l’organizzazione anche se il dato di oggi è il minimo storico di partecipazione. Rispetto ogni singolo voto espresso ma non posso non vedere che negli ultimi 10 anni la partecipazione al voto alle primarie del Pd si è quasi dimezzata. Dagli oltre 3 milioni del 2009 sono passati nel 2013 (Renzi segretario) a 2.814.000 e nel 2017 a poco più di un milione e 800 mila”. (Ansa)