Primarie PD, vince Zingaretti

New call-to-action

Nicola Zingaretti sarà il nuovo segretario del Pd. Ha vinto le primarie. “Viva la democrazia italiana, che dà lezioni ogni volta che può, sono contento per l’Italia”: è il suo primo commento. Secondo il Comitato organizzatore, ha ottenuto oltre il 70% dei voti, con oltre un milione di voti. Gli altri due sfidanti, prendono atto dei risultati: Maurizio Martina gli ha augurato ‘Buon Lavoro’. e Roberto Giachetti lo ha chiamato per complimentarsi.

Arriva anche il commento di Matteo Renzi: “Quella di Nicola Zingaretti è una vittoria bella e netta. Adesso basta col fuoco amico: gli avversari politici non sono in casa ma al Governo. Al segretario Zingaretti un grande in bocca al lupo. A Maurizio, Bobo e a tutti i volontari grazie. Viva la “democrazia”.

Io non mi intendo capo, ma leader di una comunità in campo per cambiare la storia della democrazia italiana” e “il Pd sarà unità e ancora unità, cambiamento e ancora cambiamento”, ha detto, quindi, Zingaretti parlando dal suo comitato elettorale. “Penso ai delusi, a chi ci ha criticato, a chi ci ha frainteso e ha votato altre forze politiche che si sono presentate con idee suggestive – ha aggiunto nel suo primo discorso da neo segretario -. Molti sono tornati, stanno tornando e torneranno nel nuovo Pd e nella nuova alleanza, un nuovo campo unitario e combattivo per voltare pagina in questo Paese. E’ un inizio, non illudiamoci, la destra é rocciosa, forte, radicata, non cederà il potere in maniera semplice”.

E ad augurare buon lavoro a Zingaretti è anche il vicepremier, Matteo Salvini: “Complimenti per l’organizzazione anche se il dato di oggi è il minimo storico di partecipazione. Rispetto ogni singolo voto espresso ma non posso non vedere che negli ultimi 10 anni la partecipazione al voto alle primarie del Pd si è quasi dimezzata. Dagli oltre 3 milioni del 2009 sono passati nel 2013 (Renzi segretario) a 2.814.000 e nel 2017 a poco più di un milione e 800 mila”. (Ansa)