Prevenzione e formazione, il piano di A4 Holding per ridurre gli incidenti

In dieci anni dal 2008 al 2018 A4 Holding ha registrato nei 235 km di autostrada di sua competenza una flessione del 40% degli incidenti fra la A4 Brescia- Padova e la A31 Valdastico, arrivando a una riduzione del 65% sull’intera tratta durante il weekend.  Nello specifico, dai 117 incidenti registrati nel 2008 si è passati ai 40 dello scorso anno. I dati sono stati illustrati oggi durante la conferenza stampa di A4 Holding per presentare la nuova campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale, denominata #theblackout.

«A4 Holding negli anni ha continuato a credere e a investire in sicurezza stradale, sia sul piano infrastrutturale che su quello della prevenzione e della sensibilizzazione» ha detto il presidente Carcano.

«Per noi che gestiamo e pianifichiamo infrastrutture viarie – è stato il commento del direttore generale della concessionaria A4 Brescia-Padova Bruno Chiari risulta assolutamente prioritario lavorare mettendo i viaggiatori al centro della politica di trasporto. Nel prossimo triennio 2019-2021 abbiamo previsto un ulteriore incremento degli investimenti: in totale oltre 200 mln di euro per il mantenimento dell’infrastruttura e quasi 60 mln di euro in sviluppo tecnologico, per proseguire i progetti in corso e avviarne di nuovi».

Le tratte in concessione ad A4 Holding rimangono fra le arterie autostradali più trafficate d’Italia e uno dei percorsi con maggior numero di veicoli effettivi in transito giornaliero anche su base europea.

Dal 2014 al 2018, la media di crescita dei veicoli effettivi è stata del 2,2% sulla tratta da Brescia a Padova, e del 7,8% sulla A31, tenendo conto anche degli effetti dell’apertura e dello sviluppo della tratta Sud della A31 Valdastico fino al rodigino.

Nell’utimo triennio A4 Holding ha programmato investimenti medi in ordinaria manutenzione per 44 mln euro all’anno, impiegando altri 13 mln di euro in tecnologie utili a monitoraggio, supporto e gestione del traffico e degli incidenti sulla tratta.

L’adeguamento ed efficientamento della pavimentazione stradale con utilizzo di asfalto drenante fonoassorbente ha ridotto del 25% la percentuale degli incidenti. Inoltre gli interventi hanno riguardato la segnaletica e illuminazione dei punti critici e il sistema di sicurezza nebbiogeno.

Gli investimenti sono stati indirizzati inoltre al perfezionamento dei sistemi e delle tecnologie di prevenzione, monitoraggio del traffico e gestione degli incidenti. Tramite la nuova app Infoviaggiando e la partnershiop con Waze, sono stati sviluppati sistemi di monitoraggio della viabilità in tempo reale.

Il drastico calo del numero degli incidenti accaduti durante il weekend e in particolar modo nella fascia oraria fra le 22 e le 6 del mattino, assume ancora più valore se teniamo a mente gli aumenti del traffico nei weekend del periodo estivo, dove il bollino rosso è quasi sempre la regola.

A tal proposito va considerato che nel periodo giugno-agosto del 2008 gli incidenti registrati sono stati 33 contro i 10 rilevati nello stesso periodo del 2018, riducendo quindi di oltre 2/3 nel decennio il tasso di incidentalità in questo specifico arco temporale.

Molto hanno inciso anche le campagne di sensibilizzazione sulla guida in autostrada, che mirano al coinvolgimento di una platea vasta di giovani. A4 Holding ha portato la cultura della sicurezza stradale nelle piazze e nelle scuole attraverso diverse iniziative rivolte a chi guida o si accinge a iniziare. Con progetti come “Usa la testa”, “Helpy” e “Isola Sicura” nell’ultimo anno sono stati raggiunti e coinvolti oltre 3.000 studenti in 18 scuole, nella sola provincia di Verona.