Polfer, bilancio di un’estate di controlli

polfer

Il Compartimento di Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige traccia un bilancio sull’attività svolta  da giugno ad agosto nelle stazioni e lungo le tratte ferroviarie di competenza. Un periodo particolarmente impegnativo per le stazioni affollate di turisti e il fenomeno dei migranti in transito verso il Nord Europa

2.942 servizi di vigilanza scalo, 521 scorte a convogli ferroviari, 182 servizi di pattuglia automontata per vigilanza alla rete ferroviaria. E ancora 10.248 le persone identificate nel corso dei servizi di prevenzione e repressione dei reati di cui 5.045 cittadini stranieri.

Sono questi alcuni dei numeri resi noti in queste ore dalla Polizia Ferroviaria per Verona ed il Trentino Alto Adige per tracciare un bilancio sull’attività svolta  da giugno ad agosto nelle stazioni e lungo le tratte ferroviarie di competenza, ovvero Verona, Bolzano, Trento e Vicenza.

Ai numeri già citati si aggiunge quello delle persone arrestate, 10, di cui 9 straniere, mentre quelle denunciate a piede libero sono state 149 di cui 119 stranieri.

Sequestrati circa 1kilo e 300 grammi di eroina oltre a 250 grammi di sostanze stupefacenti di vario tipo. 72 le sanzioni amministrative per violazioni al Regolamento di Polizia Ferroviaria o al Codice della Strada. E particolare attenzione è stata dedicata al fenomeno dell’allontanamento volontario di minori con il rintraccio di 13 adolescenti.

Il bilancio registra anche un incremento dei furti in danno dei viaggiatori sia a bordo treno che nelle stazioni. Numerosi i servizi antiborseggio in abiti civili, 245 sia sui treni che negli scali ferroviari.

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK