Corsa a Palazzo Barbieri: parola ai candidati sindaco

Verona: amministrative 2017

Nove i candidati ufficiali in corsa per Palazzo Barbieri. Diamo loro la parola.

Mal di pancia, sorrisi tirati, coraggiose defezioni e passi indietro più o meno digeriti. Al netto dei travagli, i principali attori in gioco hanno espresso i loro candidati. Le comunali scrivono in miniatura i risultati delle politiche, dice qualcuno. Non si può negare che l’esito che restituirà l’11 giugno (o il 25, in caso di ballottaggio) sarà un termometro chiaro per le elezioni nazionali.

Michele Bertucco – Sinistra in Comune, Verona in Comune

In breve: Lavora in un istituto di credito. In passato si è speso per la tutela del territorio a Verona e nel Veneto come presidente di Legambiente. È stato anche sindacalista a livello nazionale. Capogruppo per il Pd in Consiglio comunale, aveva tentato la corsa a Palazzo Barbieri con i dem già nel 2012. Dopo l’addio al PD per il suo “no” al referendum, ha fondato il movimento Piazza Pulita.

Patrizia Bisinella – Fare!

In breve:  Consulente legale nel campo del diritto civile. Al Senato dal 2013 ricopre la carica di Segretario della I Commissione Affari Costituzionali e componente della Commissione bicamerale per l’attuazione del Federalismo Fiscale. Dopo 15 anni di militanza nella Lega Nord, Bisinella lascia il Carroccio per seguire il movimento creato da Flavio Tosi, suo compagno. Originaria di Castelfranco Veneto, vive da tempo a Verona.

Roberto Bussinello – CasaPound

In breve: Avvocato ed ex leader di Forza Nuova. Bussinello è stato consigliere comunale per Msi dal 1985 al 1990. Corre per il movimento di destra radicale CasaPound.

Michele Croce – Verona Pulita

In breve: Avvocato tributarista, viene eletto nel 2012 in una lista civica a sostegno di Tosi. Come presidente di Agec è stato in carica da luglio a settembre dello stesso anno. Dopo la revoca firmata dal sindaco Tosi, Croce ha fondato Verona Pulita.

Alessandro Gennari – Movimento 5 Stelle

In breve: Lavora nell’azienda di famiglia nel campo delle finiture per interno e tendaggi. Ex rugbista, attore e regista in gruppi teatrali, è anche capogruppo in Quarta Circoscrizione per il M5S. Note le sue battaglie per la chiusura dell’impianto Ca’ Facci, a fianco dei cittadini di  Madonna di Dossobuono.

Marco Giorlo – Tutto Cambia

In breve: Capotreno per le Ferrovie dello Stato ora in pensione. Per tre volte consigliere comunale, è stato assessore allo Sport e ai servizi demografici nella seconda amministrazione Tosi, da cui si è dimesso  nel 2014 dopo i dubbi sollevati della trasmissione Report sulla sua condotta. Archiviata l’inchiesta per infondatezza del reato per presunti legami con la criminalità organizzata, Giorlo ora punta a Palazzo Barbieri.

Filippo Grigolini – Popolo della Famiglia

In breve: Farmacista, oggi impegnato nell’informazione scientifica per una multinazionale. Ex Lista Tosi, ex Forza Italia è presidente della Seconda circoscrizione. Nel 2016, dopo anni di militanza culturale al fianco di Gianfranco Amato, ha fondato il Popolo della Famiglia di Verona di cui è nominato presidente dal Segretario nazionale.

Orietta Salemi – Centrosinistra

In breve: Insegnante di latino e greco. Consigliere comunale per il Partito Democratico nel 2007 e nel 2012. Nel 2015 è stata eletta consigliere regionale. Fino alla sua recente autosospensione, è stata anche segretaria cittadina per i dem.

Federico Sboarina – Centrodestra

In breve: Avvocato, ex assessore allo sport (An) durante la prima amministrazione Tosi. La sua candidatura è sostenuta da Lega Nord, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Battiti e da Verona Domani.