Con i loro occhi, con la loro voce: storie (vere) di migranti

Lucio Simonato si è fatto raccontare l’immigrazione dai suoi primi protagonisti: Con i loro occhi, con la loro voce contiene 32 interviste a chi è arrivato in Italia con la speranza nel cuore e ora si trova ad affrontare una vita diversa da come l’avevano immaginata. L’autore sarà a Libre! mercoledì 16 novembre alle 18.00.

Parlare di immigrazione è necessario, ce lo impongono i fatti. Ma raccontarla, l’immigrazione, raccontare le mille storie che la compongono e dare voce ai suoi protagonisti è un’altra cosa. Non facile, certo, ma possibile.

È quello che si è proposto di fare Lucio Simonato con il suo libro Con i loro occhi, con la loro voce – per parlare di immigrazione in modo diverso (Cleup Editore): trentadue interviste che raccolgono le esperienze dirette dei migranti, senza pregiudizi, senza luoghi comuni o generalizzazioni.

Tutte le interviste sono riportate senza interruzioni o commenti, i dialoghi non sono stati modificati: l’autore  ha scelto di usare una punteggiatura essenziale e di mantenere l’uso di parole dialettali e in lingua straniera, perché il testo risulti il più fedele possibile alla realtà. Neppure gli errori grammaticali e le imperfezioni sono stati corretti, per non modificare il senso del discorso, così come l’intervistato l’ha inteso.

Lucio SimonatoLe storie contenute in Con i loro occhi, con la loro voce sono quelle di chi ogni giorno si trova ad affrontare i problemi della vita quotidiana, il lavoro che manca ma che occorre per vivere, i risvolti legali dovuti alla permanenza nel territorio italiano, la nostalgia di una famiglia lontana, la religione che si scontra con la quotidianità occidentale, e poi il razzismo e la solitudine a cui la quotidianità occidentale condanna.

Lucio Simonato sarà a Verona mercoledì 16 novembre alle 18.00, ospitato negli spazi di Libre! dove presenterà il suo libro e tutte le storie che raccoglie.

L’autore. Lucio Simonato (Thiene-VI, 1966) ha sempre lavorato in ambito sociale (dal 2001 per il Comune di Schio). Dopo la laurea in Governo delle Amministrazioni, ha conseguito la laurea magistrale in Scienze del Governo e Politiche Pubbliche all’Università di Padova. Per passione e interesse personale ha condotto uno studio nel quale ha approfondito il tema dell’immigrazione che lo ha portato a scrivere questo libro, sua prima pubblicazione.