Nave Diciotti, il fronte del 5stelle veronese spaccato

Si chiudono alle 21:30 le consultazioni sulla piattaforma Rousseau che decideranno se concedere o meno l’immunità parlamentare al vicepremier Matteo Salvini nell’ambito del caso Diciotti, la nave della Marina italiana a cui lo scorso agosto fu impedito lo sbarco per i 177 migranti. Il voto è aperto ai militanti 5stelle e a chiunque acconsenta a registrarsi sul sito della Casaleggio & Associati.

L’iniziativa ha suscitato diverse polemiche, a partire dalla formulazione del quesito, ambigua quanto basta per meritare la frecciatina del garante Beppe Grillo, definendo “letto di Procuste” la domanda rivolta ai votanti. Lo stesso Movimento non ha una posizione univoca sulla decisione da prendere.

Sulla scena veronese il deputato Mattia Fantinati propende per il sì ( quindi il suo voto sarà a sostegno dell’operato del vicepremier) mentre il vicepresidente del Consiglio comunale Alessandro Gennari sembra più per il no – anche se le sue motivazioni sembrano più dettate dal rispetto della trasparenza verso l’operato della magistratura che per questioni di accoglienza.

Silenzio circospetto per la deputata Francesca Businarolo ( che si accoda al vicepremier Di Maio nel dire “rispetterò il voto online” e per la capogruppo in Comune Marta Vanzetto. Mentre sui social si moltiplicano i post di votanti che denunciano incertezze sull’effettiva acquisizione del voto da parte del sito.