Malore in montagna. Muore un 39enne

elisocc

Cristian Zanetti, di Bonavigo, agente immobiliare di 39 anni era con i suoi amici in località Guaina, a Roverè Veronese. E’ il quarto caso in due mesi che riguarda Verona o un veronese.

Ancora un malore fatale in montagna. Il quarto in poco più di due mesi riguardante Verona o un veronese.

Il 2 giugno un infarto stroncò, durante un escursione a Giazza, nella Lessinia orientale, il geologo Franco Gandini. Pochi giorni dopo, l’11, sul Monte Baldo un arresto cardiaco colpì un uomo di 62 anni di Mantova.  Il 7 agosto è stato Diego Papini, 54enne veronese, a morire mentre  passeggiava in val Cimoliana, Friuli.

Ieri una nuova vittima, Cristian Zanetti, 39 anni compiuti lo scorso 7 agosto, di Bonavigo, per cui è stato fatale un arresto cardiaco durante una camminata con gli amici. La tragedia è avvenuta attorno alle 16 in località Guaina, a Roverè Veronese. A nulla sono valsi i soccorsi dello staff medico, giunto sul posto con l’eliambulanza  del 118.

Zanetti, originario di Bonavigo, lavorava come agente immobiliare a Legnago e viveva con la compagna nella vicina Cerea. Ex calciatore, attualmente era anche impegnato come dirigente ai vertici del calcio a 5 ed era stato consigliere comunale con delega allo Sport del suo paese natale nella prima giunta dell’attuale sindaco Ermanno Gobbi. Zanetti era molto conosciuto ed apprezzato anche a Legnago, dove gestiva da tempo l’immobiliare Casaverde nella centralissima via Roma.

Questa mattina in paese lo sgomento era palpabile.

Guarda il video di Tv7 Verona Network.

 

 

 

 

 

 

 

 

.