Lessinia: a metà luglio tavola rotonda con i sindaci del territorio

Tra una settimana esatta, ovvero venerdì 15 luglio, dalle ore 17.30 alle ore 20.00, nella Sala Olimpica del Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova, si terrà un importante convegno dal titolo “Lessinia: la montagna chiama, Verona risponde”.

All’incontro, organizzato dalla rivista Pantheon – Magazine di Verona e inserito nel calendario annuale di appuntamenti tematici mensili dell’associazione Verona Network, sono stati invitati i primi cittadini di 18 comuni del territorio: Badia Calavena, Bosco Chiesanuova, Cerro Veronese, Dolcè, Erbezzo,Fumane, Grezzana, Marano di Valpolicella, Negrar, Roverè Veronese, San Giovanni Ilarione, San Mauro di Saline, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Sant’Anna d’Alfaedo, Selva di Progno, Tregnago, Velo Veronese e Vestenanova.

L’obiettivo principale della tavola rotonda è di raccogliere e di sintetizzare le principali criticità che i sindaci, assieme ai loro cittadini, si ritrovano ad affrontare quotidianamente sul territorio e di vedere se, in un’ottica di collaborazione e di rete con gli altri comuni, utilizzando strumenti e modelli condivisi, si riescono invece a trovare risposte.

La rivista Pantheon, infatti, già nel 2013 aveva lanciato un primo messaggio alla montagna veronese con una settimana di convegni e testimonianze che aveva preso il nome di “Stati Generali della Lessinia”. A distanza di tre anni, con la spinta di Verona Network  dei suoi 56 soci istituzionali si ritorna ad accendere i riflettori sulla Lessinia e sulle vallate pedemontane per trovare, oltre che risposte, anche soluzioni e idee per il futuro e un collegamento sempre più strategico con la città.

Al convegno in Sala Olimpica verranno presentate delle case history di successo extra territoriali e storie di persone e progetti della Lessinia che, orientati all’innovazione e ispirati a logiche di condivisione e ottimizzazione, stanno creando valore aggiunto per la nostra montagna.

All’appello di Pantheon e Verona Network hanno già risposto molti primi cittadini che hanno confermato la loro presenza. Il patrocinio all’evento è stato concesso da tutti i comuni interpellati.

L’incontro è aperto a tutti i cittadini.