Il Veneto si illumina di meno. E meglio

Quattro milioni di euro risparmiati in Veneto negli ultimi anni grazie al miglioramento dell’illuminazione pubblica: il Rapporto sull’inquinamento luminoso rilasciato in questi giorni dipinge il quadro di un Veneto virtuoso, capofila in Italia per quanto riguarda il risparmio energetico.

È proprio nel giorno dell’iniziativa “M’illumino di meno”, che da dodici anni coinvolge le città italiane in una grande campagna di sensibilizzazione riguardo al risparmio energetico, che l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e Protezione Ambientale del Veneto rilascia dati incoraggianti per il nostro territorio.

Il “Rapporto sull’inquinamento luminoso” stima infatti un risparmio di quattro milioni di euro negli ultimi anni in Veneto, grazie anche al miglioramento dell’illuminazione pubblica, sintesi delle azioni realizzate nei Comuni veneti: un virtuosismo di cui andare fieri e che ci porta ai primi posti in classifica per risparmio energetico in tutta Italia.

«E’ un risultato che rende il Veneto fra le regioni più virtuose d’Italia – sottolinea l’assessore regionale all’ambiente Gianpaolo Bottacin – su un tema che non incide solo sul risparmio energetico ma che ha numerose implicazioni ambientali, sanitarie e sociali: per fare un solo esempio, le intense fonti luminose alterano il normale oscuramento notturno influenzando negativamente il ciclo della fotosintesi clorofilliana, unico processo biologico in grado di raccogliere l’energia solare da cui dipende la vita sulla Terra. Lo ricordo in occasione della giornata ormai tradizionalmente dedicata al risparmio energetico e alla tutela dell’ambiente, il Veneto non solo si illumina di meno ma anche si illumina meglio».

Ricordiamo che anche Verona farà la sua parte nella lotta contro lo spreco energetico: questa sera l’illuminazione dell’Arena resterà spenta, per sostenere la battaglia portata avanti dal progetto “M’illumino di meno”.