Con la cultura si mangia?

A Verona I turisti spendono quasi la metà del loro budget in eventi culturali. Ma la ricchezza che tocca il territorio è meno di quanto guadagnano città come Rimini o Monza.

Ennevi

 

851 milioni nel 2018. A questo ammonta la spesa dei turisti per teatro, spettacoli, musei, festival lirico. Tanti o pochi? Il rapporto nazionale condotto dalla Fondazione Symbola con Unioncamere restituisce un quadro chiaroscurale. È vero: la metà di quanto un turista ha deciso di investire in città è andata dritta nelle casse del circuito culturale ma la performance, guardando alla geografia di opportunità anche architettoniche della città, può dirsi davvero soddisfacente?

C’È L’ARENA, C’È SHAKESPEARE MA VINCE SEMPRE VENEZIA
Quando sono in ferie, i turisti aprono il portafoglio e quasi il 48,4% di quanto spendono va al sistema culturale scaligero. La nostra città si guadagna così il nono posto nel Belpaese per, battezziamolo così, il capitolo dell’“attrazione creativa”. Se si guardano i numeri (1 miliardo e 244,4milioni di euro) della vicina Venezia, un po’ si impallidisce. Verona va forte sul capitolo della creazione di eventi e spettacoli musicali, lirica ma anche concerti. L’Arena è un palcoscenico ambito e spesso il suo prestigio gioca un ruolo importante per negoziare sui vari cachet degli artisti. Per quanto riguarda il valore aggiunto il comparto culturale incide del 5,6% come valore aggiunto, del 6,4% per l’occupazione.

L’ITALIA E IL VENETO
A livello macro, stando al Rapporto 2019 «Io sono cultura – l’Italia della qualità e della bellezza sfida la crisi», il comparto produce il 5,6% del valore aggiunto e dà lavoro al 6,4% degli addetti, ritagliandosi in pratica il 20esimo posto nella graduatoria italiana. La filiera a livello nazionale nel 2018 ha sfiorato i 96 miliardi di euro, ovvero il 6,1% del PIL, grazie all’impiego di 1,55 milioni di occupati (6,1% sul totale economia). E le performance hanno tutte il segno più davanti. C’è da dire che il nostro Paese vanta anche il primato per il maggior numero di imprese culturali nel contesto europeo (416mila circa). Nel solo Veneto, che occupa un dignitoso quinto posto nella classifica regionale, le imprese di questo tipo sono 23,353 con 138mila.