Campagna Benetton con migranti: scontro Salvini – Toscani

Il fotografo internazionale Oliviero Toscani ha scelto i migranti sui gommoni per la nuova campagna pubblicitaria dell’azienda di abbigliamento Benetton. Una scelta artistica motivata dalla seguente affermazione: «Ho fatto vedere ciò che sta succedendo. Una volta eravamo un Paese di brave persone. Questo piccolo benessere ci ha fatto diventare egoisti e abbastanza ottusi».  I primi a reagire e ad andare contro la scelta del fotografo milanese sono stati i leghisti veneti che hanno minacciato di boicottare i negozi di abbigliamento dell’azienda di Ponzano Veneto, in provincia di Treviso.

Anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini non ci sta e dal suo profilo Twitter pubblica la foto in questione commentando: «Solo io trovo che sia squallido?». Non si è fatta attendere la replica del fotografo che ai microfoni di Radio Padova:  «Salvini secondo voi è da prendere sul serio? Ormai ha preso il posto di Crozza».

Tra le prese di posizione, è arrivata anche quella del presidente della Regione Veneto: «Nulla di nuovo sotto il sole: conosciamo le campagne di Benetton, con malati di aids o preti e suore che si baciano. Non aggiungerei altro. La verità è che si stanno occupando del problema il Viminale e le forze dell’ordine».