Camilla Cortese vince il premio MicroEditoria di Qualità 2016

È l’autrice veronese Camilla Cortese ad aggiudicarsi il premio letterario MicroEditoria di Qualità, promosso dalla Rassegna Della MicroEditoria di Chiari: un riconoscimento di prestigio, che arriva a un anno esatto dalla pubblicazione del suo ultimo romanzo, Carlo Fiore, che già era stato presentato al XX Festival della Letteratura di Mantova.

Dopo la trasferta dello scorso settembre al XX Festival della Letteratura di Mantova, la giornalista e scrittrice veronese Camilla Cortese torna a far parlare di sé: il suo ultimo libro, Carlo Fiore (EKT Edikit), si è aggiudicato il premio letterario MicroEditoria di Qualità 2016, promosso dalla Rassegna Della MicroEditoria di Chiari (BS) in collaborazione con Sistema Bibliotecario Sud Ovest Bresciano, Rete Bibliotecaria Bresciana e Fondazione Cogeme.

Il premio, che prevede la fascetta con il Marchio MicroEditoria di Qualità 2016, arriva a un anno esatto dall’uscita del romanzo ed è stato assegnato da una giuria di esperti e da una giuria di lettori.

Un riconoscimento che giunge inaspettato, per la scrittrice, tra l’altro proprio nel giorno del suo compleanno: «Non me l’aspettavo, perché non ricordavo di essere stata iscritta dal mio editore, la notizia è arrivata proprio come regalo di compleanno, è stata una sorpresa e un’emozione fortissima, pensavo fosse un errore». Selezionati con lei altri 9 scrittori, tra cui verrà eletto il vincitore assoluto proprio domani.

Sabato 5 novembre alle ore 14.30, nel Tendone di Villa Mazzotti, a Chiari (BS) si terrà la cerimonia di premiazione, all’interno della 14° edizione della Rassegna Della MicroEditoria. Ad intervenire saranno Fabio Bazzoli, Direttore del Sistema Sud Ovest Bresciano, Paolo Festa, dell’Associazione L’Impronta.

«Nonostante le faccende della micro editoria siano snobbate dai mass media main streem, si tratta di un sottobosco fervido, pulsante, molto seguito (la Rassegna della MicroEditoria di Chiari è sempre un grande successo di pubblico) e spesso di qualità altissima, perché chi ha poche risorse non le spreca.  – ci dice ancora Camilla – Abbiamo partecipato in moltissimi a questo premio, la selezione è stata fatta da una giuria e dai lettori delle biblioteche di Brecia e Cremona e, per tutti questi motivi, vincere il marchio di qualità della micro editoria è una grande soddisfazione».