Bufera su Di Dio, ripreso da Lorusso. Interviene il Comitato del Bacanàl

A poche ore dall’elezione del nuovo Papà del Gnoco, sire veronese del Bacanàl, non si placano le polemiche sull’edizione numero 489. Convitato di pietra ma non troppo l’orientamento sessuale del candidato numero uno, Sebastiano Ridolfi, ripreso e schernito in un post su Facebook dall’ex consigliere comunale Vittorio Di Dio. Immediate le reazioni e i commenti sui social da una parte compiaciuti, dall’altra disgustati per l’uscita di Di Dio. Tra gli interventi più decisi, a sottolineare la gravità di quanto scritto dal direttore relazioni esterne di Veronafiere, è l’avvocato Alberto Lorusso, sostenitore di Fox, che sulla propria bacheca pochi minuti dopo ha replicato all’ex collaboratore di Flavio Tosi.

«Con queste eleganti parole che mescolano un linguaggio fascista ad un disprezzo ostentato verso la sessualità di una persona, Sebastiano Ridolfi, che ha concorso lealmente e sportivamente, quell’individuo con cui mi vanto di non aver mai scambiato nemmeno una conversazione che si chiama Vittorio Di Dio, celebra l’elezione a Papà del Gnoco di Franz Gambale. – scrive Lorusso -Spero che il nuovo Sire voglia prendere le distanze da simili sentine e che il Comitato Carnevale Bacanal Del Gnoco faccia altrettanto».

«Ma cosa ha fatto Fox a chi?» si chiede l’avvocato vicentino raggiunto questa mattina al telefono, sorpreso dal livore del post di Di Dio, a cui ha fatto seguito uno scambio di messaggi al telefono, sull’elezione. «Peraltro come indole io rifiuto l’attacco alla persona, preferisco criticare le idee. Ho invitato i miei amici a non attaccare personalmente l’ex consigliere, le sue parole lo qualificano a sufficienza» conclude Lorusso.

Sulla vicenda non si è fatta attendere la comunicazione ufficiale dal profilo del Papà del Gnoco, che giudica «incompatibile con lo spirito del Carnevale veronese e in generale con i valori della civile convivenza» il post del politico scaligero. Il comitato definisce «intollerabile e odioso» l’attacco di cui si è reso protagonista Di Dio, e incompatibile con «il nostro assetto valoriale ed offende l’impegno di tutti i soci».

Ringraziamenti del diretto interessato, Fox, al Comitato del Carnevale veronese. Sebastiano Ridolfi, senza aggiungere ulteriori polemiche, si limita a dire grazie e a commentare: “W il Carnevale”.