Biciclette, per solidarietà

New call-to-action

Lo scorso lunedì gli assessori comunali Anna Leso e Alberto Bozza hanno consegnato a un gruppo di richiedenti asilo, ospitati sul territorio veronese, una decina di biciclette usate: i ragazzi avranno così a disposizione un mezzo di trasporto, in comodato d’uso gratuito per due anni.

Sono 10 quelle consegnate, per ora, ma molte altre sono in arrivo: si parla di biciclette, e anche di solidarietà, per il progetto che lo scorso lunedì ha visto protagonista un gruppo di richiedenti asilo ospitati in diverse strutture per l’accoglienza di Verona.

Dopo le richieste arrivate da alcuni centri di accoglienza di Verona e provincia, il Comune si è attivato per donare alcune delle biciclette abbandonate e recuperate dagli operatori  comunali: le prime 10 sono state consegnate in Piazza Bra dagli assessori ai Servizi sociali Anna Leso e all’Economato Alberto Bozza  ai ragazzi ospitati nella Casa Accoglienza “Il Samaritano”, nel Centro Cooperazione Giovanile Internazionale e nella Cooperativa Sociale Spazio Aperto, che avranno così a disposizione un mezzo di trasporto, in comodato d’uso gratuito per i prossimi due anni.

Come spiegano gli assessori «Una scelta d’aiuto sociale che punta a favorire l’integrazione di cittadini stranieri richiedenti asilo ed il riutilizzo di biciclette abbandonate oggi di proprietà dell’Ente. Viste le richieste pervenute da alcuni centri d’accoglienza, infatti, si è ritenuto di destinare parte dei velocipedi ritrovati, i meglio conservati ed ancora funzionanti, in favore di questi cittadini stranieri. Il contratto di comodato d’uso gratuito avrà una durata di 2 anni, al termine dei quali le biciclette torneranno di proprietà del Comune».