Arsenale, vittoria politica di Sboarina

asburgico

La delibera di revoca della pubblica utilità del project financing tosiano votata anche da gran parte dell’opposizione.

Tutto da rifare. Il consiglio comunale ieri sera ha affossato il project financing tosiano sull’Arsenale, approvando con 27 voti favorevoli (su 37 consiglieri) la delibera che revoca la sua pubblica utilità. Motivo: ridestinare i 14,5 milioni di contributo pubblico alla conservazione de L’arena e alla manutenzione stradale.

Un voto preceduto e seguito delle polemiche sulla possibilità di Italiana Costruzioni, la società incaricata della ristrutturazione dell’ex complesso asburgico, di fare causa ai consiglieri.   

Con la maggioranza di Sboarina anche gran parte dell’opposizione: il centrosinistra di Pd e Tommaso Ferrari, la sinistra di Michele Bertucco e Alessandro Gennari di M5S.

Di fatto una vittoria politica del sindaco, che in campagna elettorale si era detto contrario alla privatizzazione dell’Arsenale: “L’opposizione ha dimostrato coerenza, dato che chi ha votato con la maggioranza già in campagna elettorale aveva espresso la sua contrarietà al project financing. Sicuramente l’opposizione su molte cose farà il suo mestiere, cioè opporsi alla mia amministrazione sulle cose che ci dividono, ma sarebbe bello continuare un confronto costruttivo e una convergenza su tutti i temi di interesse pubblico. Ne guadagnerebbe la città”.

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK: