Agroalimentare, Verona piace alla Grande Mela

I prodotti agroalimentari veronesi sbarcano a New York, partecipando insieme alla Camera di Commercio alla 62/ma edizione del ‘Fancy Food’, una della più importanti rassegne del food & wine del Nord America.

Tre giorni di incontri e occasioni di networking per 9 imprese dell’agroalimentare ‘made in Verona’: riso, vino, pasta, dolci, olio, sottolii, sottaceti e specialità surgelate sono stati presentati nello stand della Camera di Commercio scaligera, che ha accompagnato le imprese.

Mercato che, come spiega Paolo Arena, componente di Giunta dell’ente, in missione assieme alle imprese “si riconferma infatti quarto partner per export dell’economia veronese ed ha fatto registrare per il sesto anno consecutivo una crescita che sfida le instabilità dei mercati mondiali, segnando anche nel primo trimestre 2016 un incremento del 3,8%.

In testa, tra i prodotti esportati del Made in Verona, spicca il vino che detiene un peso percentuale del 22,5%, seguito al 5esimo posto dai prodotti delle industrie lattiero casearie e al 13esimo posto dai prodotti da forno e farinacei. Ottima anche la performance degli oli extravergini Garda Dop e Veneto Dop, che negli ultimi 3 anni hanno segnato un incremento del 112%.