4.0, la rivoluzione è già iniziata – Pantheon 76, le storie di questo mese

Pantheon 76 < Le storie di questo mese (e tutto quello che ci trovate dentro)

«Ho trovato 1999 modi con cui non si fa una lampadina». Diceva Edison con in mano la lampadina numero duemila. Vive di tentativi l’innovazione e quelli riusciti li affida alle rivoluzioni. Quella di oggi si chiama Industria 4.0. Un cambiamento che non toglie lavoro ma che spalanca prospettive, ripetono senza sosta alcuni. Per altri, il vento del futuro spira, forse, troppo forte. Di certo c’è, che serve una bussola per districarsi tra Internet of Things, Smart Manufacturing e Open Innovation.
Nel primo piano di questo mese, abbiamo cercato di fare chiarezza partendo anche dai 13 miliardi stanziati dal Piano nazionale Industria 4.0 per accelerare l’introduzione del paradigma digitale nelle filiere industriali.

Nato come blog di cucito, ora è un brand di abbigliamento e accessori fatti a mano: vintage e di qualità sono le parole d’ordine di The Yellow Peg, il fashion world creato da Simona Ullo, che dal suo laboratorio nel cuore di Verona vuole cambiare le regole della moda.

Letteralmente dai banchi di scuola al Ritz. Una favola moderna che ha inizio ai fornelli di un prestigiosissimo hotel. La storia di Beatrice Ledda, giovanissima 19enne di Cologna Veneta, si scriverà a Londra, noi vi raccontiamo il suo sogno di diventare cuoca nello spazio “Giovani e Lavoro”.

Rami e antiche radici. Se vi fidate, vi portiamo con noi a scoprire gli ultracentenari che popolano il nostro territorio. Un progetto della Regione Veneto ha, infatti, catalogato gli alberi monumentali di tutta la regione. 24 sono quelli nella nostra provincia tra la città, le colline e la Lessinia.

Rimaniamo nelle atmosfere boschive con sfere di luce impreviste. Il 18 dicembre la libreria Il Minotauro inaugurerà un’altra personale di Stefano Signorini. Già apprezzato per le sue vedute paesaggistiche e per gli scatti umoristici, questa volta il fotografo veronese, facendo ruotare attorno a sé delle luci a led, ha realizzato uno spettacolo che dire magico, forse, è piuttosto riduttivo.

«Disposizioni dall’alto» hanno riportato Padre Lino Poffe a Sezano, dopo oltre quarant’anni in Costa d’Avorio. Abbiamo passato una giornata in sintonia con il sentimento di stanchezza, colorato di simpatia, di Padre Lino e ci siamo fatti raccontare l’Africa che gli è, come dire, rimasta incisa nel cuore.

Un pomeriggio a soffermarsi sull’istante. Questo il sottile esercizio che Francesco De Sabata, tra i più affermati poeti di haiku del Bel Paese, ci ha insegnato in questa chiacchierata. Ci siamo fatti spiegare la sua «arte di spegnere il pensiero» nella fessura di tre versi.

Una serata (musicale) per conoscere i DSA. L’Associazione di Promozione Socioculturale Il Cigno di Lavagno, presenta, venerdì 23 dicembre, “LibrInCanzoni” uno spettacolo di musica e racconti dedicata alle famiglie, per divertire e appassionare i ragazzi alle storie e sensibilizzare sul tema delle difficoltà di apprendimento.

La storia a volte si lascia cogliere tra le fessure della modernità. Nella rubrica “Territorio” vi parliamo del sito Neolitico di Campagne di Lugo dove  è ritornata l’Università di Trento per un progetto di sperimentazione del Laboratorio “B. Bagolini”. Lo scopo: verificare l’uso di antiche strutture di combustione per la cottura delle ceramiche antiche rinvenute sul sito stesso.

Verità nascoste, verità soprannaturali. Tutto ciò che non si può intendere, penetrare o spiegare chiaramente è diventato un po’ il mestiere di Stefano Facci e Antonella Giselli, tra i fondatori di Ghost hunters Verona, un’associazione che manda avanti indagini sui fenomeni paranormali che sembrano avvenire anche sul suolo scaligero. Ve ne parliamo nella rubrica “Tendenze”. E abbiamo già i brividi.

Un amore nato a 19 anni ad un passo da un incidente, quello della veronese Francesca Gaspari per la moto. Un sentimento fattosi strada tra tante passioni, che l’ha portata sulle dune del Sahara, sui circuiti a testare bolidi giapponesi e a correre a fianco di icone della storia del motociclismo sportivo. La sua vita da test rider e guide rider freelance (anche per Kawasaki, eh), la trovate ne “Lo sport che non ti aspetti”.

Abbiamo intercettato il rapper veronese Zampa, all’anagrafe Alessandro Zampini, quasi alla fine del suo tour di presentazione dell’album Il richiamo della Foresta uscito ad aprile di quest’anno. Inutile dire che abbiamo fatto diventare l’artista veronese, conosciuto anche come Mr Zampini, da quasi vent’anni attivo nel mondo della musica rap italiana, “Il Personaggio” del mese.

Andiamo di cioccolatini, che è meglio. La nostra Nicole nella rubrica “In cucina con Nicole” ci propone una ricetta cioccolatosa e ovviamente home made. Se gli zuccheri non vi bastano mai, ci sono anche le paste di mandorla, tranquilli.

Veniamo al nodo dei regali natalizi. Avete due scelte: la nuova ristampa de“Le Ricette dal Mondo di Nicole”, disponibile dal 13 dicembre, oppure le bombe da bagno di Natale consigliate per voi da Claudia Buccola nello spazio “Bellezza al naturale”. Un ottimo pensiero (che si prepara in poco tempo), se vi siete scordati la zia o la cugina.

Per quello che manca vi rimandiamo a Pantheon 76, da oggi disponibile nei consueti punti di distribuzione.

Voi siete le nostre storie. Aiutateci a scoprirvi e raccontateci il progetto che amate, la coraggiosa avventura che avete intrapreso o il traguardo che vi siete guadagnati, senza risparmiarvi. Aspettiamo tutto a redazione@giornalepantheon.it