Questa notte sono stati fatti esplodere due bancomat delle Poste. Uno a Isola, uno a Bussolengo. Neanche 5 giorni fa distrutto quello vicino al Bar Bauli. Tre tentativi finiti nel nulla. Macerie a parte, i ladri, che al momento, non è chiaro se siano sempre gli stessi, non sono riusciti a rubare niente.

Uno alle 2.30 a Bussolengo, l’altro qualche ora dopo verso le 4 a Isola della Scala. Impossibile, al momento, dire se gli autori sono gli stessi ma le similitudini iniziano a mostrarsi. Prima il tentativo di far saltare il bancomat alla Poste di Bussolengo alle 2.30 circa di questa notte. I danneggiamenti hanno interessato lo sportello bancomat esterno e un portoncino di ingresso del quale è stato sfondato il vetro. Quindi non è stato portato via nulla. Neanche una manciata di ore dopo, un’esplosione ha distrutto il postamat di Isola della Scala, ma all’interno non c’erano banconote e i ladri sono fuggiti senza bottino. Allo scattare dell’allarme, i Carabinieri sono intervenuti subito sul luogo dell’evento criminoso per effettuare il sopralluogo e procedere ai primi doverosi accertamenti, unitamente al Nucleo Operativo della Compagnia di Villafranca e alla Sezione investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Verona. Sono al vaglio degli investigatori tutte le videoregistrazioni delle telecamere presenti in loco e nelle zone limitrofe, per ricostruire la vicenda ed individuare gli autori del reato.

Al Bauli neanche 5 giorni fa
Non è passata neanche una settimana dall’ultimo episodio. Totalmente sventrata: così appariva la cassa continua di via Perlar, fra la Zai e il casello di Verona Sud il 10 luglio scorso. La paternità del gesto non è ancora chiara. I ladri se ne sono andati a mani vuote perché non sono riusciti a forzare la cassaforte.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.