Il 10 settembre la Giornata pedagogica della Fism

Si terrà il 10 settembre, nella doppia sede del Palazzo della Gran Guardia e del Teatro Stimate, la Fism, Federazione Italiana delle Scuole Materne di Verona, organizza la Giornata pedagogica di inizio anno: saranno oltre 1.200 le persone coinvolte tra insegnanti, educatrici, parroci, sindaci ed autorità pubbliche che hanno a cuore la crescita delle giovani generazioni.

Sabato 10 settembre, dalle 9 alle 13, la Federazione Italiana delle Scuole Materne Fism di Verona organizza, nella doppia sede di Palazzo della Gran Guardia in Piazza Bra e del Teatro Stimate in via Montanari, la Giornata pedagogica di avvio anno.
A partire dalla domanda “Quale lettura dei processi di apprendimento per riuscire a rispondere ai differenti bisogni di sviluppo dei bambini 0/6 anni?”, filo conduttore della mattinata è la pedagogiaZerosei Fism” che poggia sull’idea di base secondo la quale educare deve essere considerato come valore in sé e bene comune da tutelare per la costruzione di una società aperta e luogo di elaborazione dei saperi. Accompagnare il processo evolutivo implica una professionalità responsabile e riflessiva che predispone e sostiene l’evoluzione, intravedendo lo “spazio prossimale di sviluppo” di ogni bimbo.
La pedagogia “Zerosei Fism” è al quarto anno di età. Continua il suo processo di crescita accompagnata e sostenuta dal Coordinamento pedagogico formato da 18 Coordinatrici di GTF (Gruppi Territoriali di Formazione) e guidato da un’equipe centrale, con la psicologa psicoterapeuta Francesca Balli e la pedagogista Laura Campagnari, che definisce le linee pedagogiche in collaborazione con Presidenza e Direttivo.
Attraverso l’apposita “Scuola di formazione Luigi Brentegani”, che la Fism gestisce, pensieri ed intenti metodologici vengono portati avanti con continuità per l’intero l’anno scolastico.

Perché “zerosei”?
Un percorso educativo è coerente se persegue un fine unitario, dal nido alla materna, e si fonda su un’idea di bambino ed educazione condivisa garantendo: rispetto dei ritmi evolutivi personali che non possono essere omologati; tempi rispettosi senza forzature ed anticipi; prospettiva che armonizza le dimensioni cognitive, sociali, fisiche e culturali; valore dell’educare come “cura” nella relazione; l’esperienza del gioco quale modalità del bimbo di fare e dar significato all’esperienza. Proprio a questa continuità richiamano le Indicazioni Nazionali 2012 del Ministero dell’Istruzione.

Perché la Giornata
Nel 2016, dando seguito alla tradizione di formare ed aggiornare con continuità il personale, la Fism di Verona ha pensato di avviare l’anno scolastico con questo appuntamento, che gode del patrocinio del Comune di Verona e del contributo della Banca Popolare di Verona, cui parteciperanno oltre 1.200 persone tra insegnanti, educatrici, membri dei Comitati di gestione, parroci, sindaci ed autorità pubbliche che hanno a cuore la crescita delle giovani generazioni.
Educare significa offrire tale continuità, valorizzando la progressione individuale di ogni bambino nella libertà dei tempi e nel rispetto dei bisogni. Valorizzando i talenti personali e superando o compensando i limiti.

Chi è la Fism
Fism Verona è sorta in seno alle attività diocesane con la finalità di promuovere, tutelare e assistere le scuole materne non statali di ispirazione cristiana.
Fondata nel 1971, associa:
180 scuole dell’infanzia di cui 72 con servizio di nido integrato con un totale di:
– 15.586 bambini: 14.050 alle materne, 1.303 al nido, 233 alle sezioni primavera.
– 1.202 insegnanti ed educatrici.
Collaborano alla gestione delle scuole:
– 545 unità di personale ausiliario;
– 140 volontari attivi iscritti all’associazione “Volontariato Scuole Materne Carraro”;
– Oltre 1.000 genitori/volontari gestori delle scuole.
Le scuole associate alla Fism di Verona rappresentano il 70% delle scuole dell’infanzia esistenti nella provincia scaligera. Sono gestite nella maggior parte dei casi da Comitati Genitori che, volontariamente, si assumono la responsabilità della gestione consci che se la famiglia è la sede prima dell’educazione dei figli, la scuola dell’infanzia è un aiuto prezioso per sviluppare in maniera globale ed equilibrato la loro personalità e, pertanto, va sostenuta con coraggio.
Le scuole Fism hanno una Identità Educativa condivisa, rispettosa della normativa e delle indicazioni ministeriali vigenti e in linea – già da anni – con il pensiero pedagogico nazionale “zerosei”.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.