ATO Veronese: inaugurata la Cabina di Regia

Con la Cabina si darà il via all’opera di riqualificazione del Collettore del Lago di Garda. Il prossimo incontro a maggio.

Prima convocazione, lunedì 19 febbraio nella sede dell’ATO Veronese, per la Cabina di Regia finalizzata alla realizzazione delle opere di riqualificazione del Collettore del Lago di Garda.

La Cabina di Regia, nata in seguito al “Protocollo d’Intesa” del 28 dicembre 2017, avrà il compito di coordinare le complesse attività di programmazione, progettazione e realizzazione delle opere di collettamento e depurazione, per un totale di 220 milioni di euro suddivisi in 13 lotti funzionali, su entrambe le sponde del lago di Garda. Il progetto, che ha ottenuto un finanziamento governativo di 100 milioni di euro, è una tra le opere più significative finanziate dal Ministero dell’Ambiente.

A inaugurare la Cabina di Regia nella sede dell’Ato Veronese Gaia Checcucci, Direttore per la salvaguardia del Territorio e delle Acque del Ministero dell’Ambiente con Pier Gino Megale, Unità di Assistenza Tecnica Sogesid SpA, Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque del Ministero dell’Ambiente, arrivati direttamente da Roma.

La Cabina di Regia riunisce le parti più direttamente coinvolte nel progetto della riqualificazione del Collettore: Ato VeroneseAzienda Gardesana Servizil’Ufficio d’Ambito di BresciaAcque Bresciane, A.T.S. “Garda Ambiente”, e le Regioni Lombardia e Veneto.

Il prossimo incontro sarà con i tecnici del Ministero in maggio, quando saranno presumibilmente affidati gli incarichi per la progettazione definitiva degli interventi.