Assunta come badante, truffava una signora di 67 anni

Denunciata dalle forze dell’ordine di Legnago una badante di 47 anni sospettata di aver truffato la signora con problemi di deambulazione di cui si prendeva cura. La donna, infatti, avrebbe più volte usato il bancomat della sua assistita per effettuare prelievi in denaro e acquistare oggetti per un totale di 32mila euro. Tra gli effetti sequestrati sono state ritrovate anche alcune scatole di farmaci ipnotici.

Approfittava del sul lavoro di badante per derubare l’anziana signora a cui stava prestando servizio. Un modus operandi molto semplice che, probabilmente, stava andando avanti da tempo. Una vicenda che si è svolta a Legnago dove una donna di 47 anni è stata denunciata in stato di libertà dai carabinieri per i reati di furto aggravato, falsificazione di titoli, circonvenzione di incapaci, ricettazione e uso indebito di carte di pagamento.

La donna, che doveva badare ad una signora di 67 anni con problemi di deambulazione, si sarebbe infatti appropriata più volte del bancomat della sessantasettenne, effettuando prelievi e acquisti di oggetti elettronici, mobili e apparecchiature sanitarie per un totale di circa 32mila euro. Inoltre, dopo controlli più accurati, sono stati rinvenuti anche alcune confezioni di farmaci ipnotici.

Tutto il materiale acquistato è stato ora recuperato e sottoposto a sequestro.