Assume l’identità di un connazionale per fargli ottenere il permesso di soggiorno: arrestato

Assume l’identità di un connazionale per sostenere l’esame necessario per il conseguimento del permesso di soggiorno dell’amico ma viene scoperto e arrestati dai carabinieri della stazione di Verona Principale.

Ieri alla scuola media statale “Carducci-Trezza” di Verona, alle ore 17.00 erano previsti i test di conoscenza della lingua italiana per stranieri, al cui superamento è subordinato il rilascio del permesso di soggiorno per soggiornanti lungo periodo.
In passato c’erano già stati alcuni problemi con l’identificazione dei concorrenti, poiché alcuni candidati si sostituivano ad altri per sostenere gli esami di lingua. Ecco perché il dirigente scolastico del C.P.I.A. di Verona ha richiesto la presenza dei Carabinieri per le delicate fasi iniziali dell’identificazione dei concorrenti.

La firma apposta da uno dei candidati sul registro di identificazione appariva completamente diversa da quella presente sul passaporto da lui presentato. L’uomo a quel punto è stato fermato dagli uomini dell’Arma per fornire spiegazioni circa le incongruenze rilevate. L’uomo ha poi ammesso di essersi sostituito a un suo conoscente, per aiutarlo a conseguire il titolo di soggiorno. Il soggetto, poi identificato, è risultato essere un pregiudicato ed è stato arrestato per false attestazioni a pubblico ufficiale in concorsoQuesta mattina la direttissima.