Arpav: «Evento tra i più intensi degli ultimi 30 anni»

L'Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto certifica con i numeri le dimensioni degli effetti devastanti del nubifragio che ha colpito ieri il Veneto e in particolare Verona.

Che quello di ieri sia stato uno degli eventi atmosferici più fragorosi, preoccupanti e devastanti degli ultimi anni lo abbiamo capito tutti. Oggi Arpav conferma le nostre sensazioni. L’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto, con una nota inviata alle testate giornalistiche, parla di «nubifragi record per la nostra regione», in particolare per Verona dove le raffiche di vento hanno raggiunto e superato i 100 chilometri orari.

Oltre al veronese, interessate anche le province di Vicenza e Padova dove i massimi di precipitazione si sono attestati intorno ai 20 mm in 5 minuti, 30 mm in 10 minuti, 40 mm in quarto d’ora e 60 mm in mezz’ora, valori record per alcune località e tra i più intensi registrati in Veneto negli ultimi 30 anni.

Nel frattempo la Protezione Civile regionale ha già stilato un primo elenco di Comuni colpiti, elenco che potrà essere successivamente ampliato man mano che verranno formalizzate alla Regione le segnalazioni dei danni subiti da altre Amministrazioni, attraverso l’inserimento dei nuovi Comuni nell’attuale decreto.

Ecco l’elenco:

Provincia di Belluno: Rocca Pietore, Valle di Cadore, Cortina d’Ampezzo.
Provincia di Verona: Verona, Castelnuovo del Garda, Sant’Ambrogio Valpolicella, Peschiera del Garda, San Pietro in Cariano, Pastrengo.
Provincia di Padova: Padova, Gazzo, Limena, Vigodarzere, Rubano, Baone, Torreglia, Cinto Euganeo, Galzignano Terme, Albignasego, Conselve, Agna, Ponte San Nicolò, S. Angelo di Piove, Brugine, Borgo Veneto, Arre, Campo San Martino, Piove di Sacco, Arzergrande, Arquà Petrarca, Battaglia Terme, Bovolenta, Corezzola, Monselice, Pernumia, Polverara, Tribano.
Provincia di Vicenza: Vicenza, Bolzano Vicentino, Quinto Vicentino, Camisano Vicentino, Dueville, Caldogno, Monticello Conte Otto, Altavilla Vicentina.