Andreoli (assieme a De Berti) lancia la sua candidatura

Il Capogruppo Lega in Consiglio Comunale a Negrar stamattina in conferenza assieme all'assessore regionale. Andreoli: «Verona ha tante eccellenze da difendere o da rilanciare». De Berti: «Con Andreoli vogliamo costruire un nuovo modo di fare politica, basato su un approccio vicino ai territori e ai sindaci dove Verona possa fare la differenza».

Marco Andreoli con Elisa De Berti
Marco Andreoli con Elisa De Berti. Agosto 2020

Sì è tenuta stamane, dopo la presentazione di ieri al Liston 12 dei candidati Elisa De Berti e Luca Zanotto, la conferenza stampa di presentazione dei candidati Marco Andreoli, affiancato sempre da Elisa De Berti, entrambi candidati al Consiglio Regionale per la Regione Veneto nella lista Lega LigaVeneta.

Ad aprire la conferenza il commissario provinciale Nicolò Zavarise, che ha ringraziato i presenti e tutti gli esponenti della Lega presenti alla conferenza e facendo un grande in bocca al lupo ai candidati. Ha preso poi la parola l’on. Lorenzo Fontana Commissario Nazionale della Lega Liga Veneta che ha presentato i due candidati.

Erano presenti anche l’onorevole Paolo Paternoster, on. Roberto Turri; l’assessore alla sanità della Regione Umbria Luca Coletto, il Presidente dell’Istituto Assistenza Anziani Alessandro Cappiotti, l’assessore comunale al Bilancio Francesca Toffali.

Marco Andreoli, Capogruppo Lega in Consiglio Comunale a Negrar e candidato della Valpolicella

Marco Andreoli

«Inutile nascondere l’emozione e l’onore di essere candidato. Portare questa bandiera e questo simbolo è un onore, siamo il partito più longevo e portiamo avanti i nostri ideali, che non sono molti ma sono granitici. La Lega non è centro di riciclaggio per trasformisti della politica. Cosa andiamo a fare noi a Venezia? Se sarò eletto rappresenterò tutta Verona e provincia perché qualunque progetto, da Malcesine a Castagnaro, diventerà realtà solo se faremo squadra».

«Verona ha tante eccellenze da difendere o da rilanciare, mi viene in mente l’aeroporto, la fiera, l’università, le filiere agroalimentari e produttive, fino alla sanità. La sanità, che sappiamo già essere un’eccellenza, visto che tutti gli indicatori ci mettono fra i primi posti. Non deve però mai mancare lo stimolo a migliorarsi! Abbiamo strutture moderne e all’avanguardia, e gli unici due presidi a gestione privata di tutto il Veneto, Negrar e Peschiera . Ringrazio per questo Luca Coletto, che ci ha lasciato in eredità un ottimo lavoro durato molti anni. Sull’Autonomia non ci stancheremo mai di ripetere che noi non siamo disposti a cedere, perché tanti dei nostri sogni passano da lì». 

«I sondaggi sono esaltanti ma è importante ottenere una vittoria schiacciante per poter eleggere più consiglierei e dare un mandato pieno a Luca Zaia. Pertanto: votate chi volete, ma andate a votare!».

 Elisa De Berti, assessore regionale ai lavori pubblici, infrastrutture e trasporti della Regione Veneto

Elisa De Berti

«Ho sempre vissuto la politica come un modo per dare risposta alle esigenze dei cittadini. In questi cinque anni come assessore ho insistito molto sulla collaborazione tra Regione e amministratori locali, perché credo che solo unendo le forze si possano raccogliere le opportunità che danno ossigeno al territorio».

«Un esempio concreto di questa sinergia riuscita è l’Alta Velocità. L’infrastruttura è infatti tanto necessaria quanto impattante, per questo con i sindaci dei comuni interessati dal tracciato abbiamo fatto gioco di squadra, con l’obiettivo primario di tutelare le esigenze di territorio. Così è stato, e se i sindaci sono riusciti a farsi ascoltare a Roma è perché la Regione gli era vicina e sosteneva le loro istante. Con Marco Andreoli vogliamo costruire un nuovo modo di fare politica, basato su un approccio vicino ai territori e ai sindaci, dove Verona, insieme a Venezia, possa fare la differenza».